Salvezza Verona, l’Hellas deve sconfiggere la storia

Salvezza Verona, l’Hellas deve sconfiggere la storia

In passato la rimonta è sempre stata difficile. L’ultima impresa targata Prandelli

di Redazione Hellas1903

Il Verona per restare in A dovrà completare la rimonta su chi lo precede in classifica. Attualmente l’Hellas è penultimo e “virtualmente” in B.

In passato l’impresa non è stata agevole da compiere. Soltanto in tre occasioni i gialloblù sono riusciti a risalire e a salvarsi direttamente.

Nel 1971-72 con Ugo Pozzan in panchina: dopo venti giornate la squadra era terzultima, ma poi ce la fece. Stesso discorso con Giancarlo Cadè nel 1973-74, ma poi la retrocessione fu causata dall’illecito per la telefonata di Saverio Garonzi all’ex gialloblù Sergio Clerici prima della gara con il Napoli.

Infine, fu sensazionale l’Hellas di Cesare Prandelli, nel 1999-2000. Staccato di tre punti dalla soglia della salvezza alla ventesima di campionato, quel Verona ne raccolse 26 in quattordici turni e si salvò trionfalmente.

Anche nel 2000-2001 l’Hellas riuscì a farcela in condizioni analoghe, ma attraverso lo spareggio con la Reggina. I playout non sono più previsti e, visto che ora conta lo scontro diretto, quel Verona, adesso, sarebbe retrocesso, avendo pareggiato per 1-1 e perso 3-0 con la squadra calabrese. Per fortuna dell’Hellas le regole di quei tempi erano diverse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy