SETTI: “MANDORLINI NON È IN DISCUSSIONE, LA SQUADRA È VIVA”

SETTI: “MANDORLINI NON È IN DISCUSSIONE, LA SQUADRA È VIVA”

Il presidente: “Recuperiamo giocatori e usciremo da questa situazione”

Così Setti dopo il match con la Fiorentina.

“La gente pensa che stiamo in silenzio perché ci sono problemi ma invece pensiamo a lavorare. Non c’è nessuno in discussione, il mister per primo. Ho viso la squadra viva. Togliere 10 giocatori a questa squadra è troppo, dobbiamo stare uniti e concentrati. Sappiamo cosa fare, abbiamo le carte in regola per riprenderci. Una squadra la analizzi da tante cose: la squadra è super unita con il mister e con i giocatori. Se ci fossero condizioni che cambiano sarei il primo a dirlo. L’elenco di giocatori fuori è lungo, sono situazioni che non possiamo reggere. I giocatori si stanno sacrificando e devo ringraziarli, così come l’ambiente. Sono sicuro che usciremo da questa situazione. La classifica la dovremo guardare a dicembre. Se siamo ultimi un motivo c’è, dobbiamo restare attaccati. C’è stata anche un po’ di sfortuna, la Fiorentina ha fatto zero tiri in porta e ha sbloccato il match su autogol. Conta lo spirito: quello di Genova non mi era piaciuto, ma l’ho detto ai ragazzi. La situazione più drammatica sarebbe pensare di cambiare: recuperiamo i giocatori e vedrete che qualcosa di buono lo faremo”.

 

Continua Setti: “Il mercato apre a gennaio, ora non possiamo andare a prendere tanto per prendere. Cinque – sei giocatori giocano con le infiltrazioni. I giocatori hanno gli attributi per venirne fuori. Oggi siamo stati in partita, loro sono superiori a noi. Abbiamo dimostrato che stando uniti si può provare a fare risultato, lo spirito è giusto. Da qui a Natale miglioreremo e saremo in una situazione più tranquilla. Da una base bisogna partire: vedo un mister che ci crede, che soffre, ma che sa anche cosa fare per uscire da questa situazione. Io sono silenzioso ma attento: è un momento difficile ma possiamo saltarne fuori. Viviani? Giocatore di qualità, questo è riconosciuto. Lui ha corso molto pur non stando benissimo. Aspettiamo anche Romulo e altri giocatori: con questi in mano io penso che torneremo a fare bene. Iturbe? Non ho mai parlato né di lui né di allenatori. Toni? Manca tantissimo. Lui fa la sua parte, pur non potendo giocare. Sta facendo una preparazione per recuperare il prima possibile. Quando tornerà sarà un valore aggiunto. Nei valori andiamo tranquilli. Siamo tutti uniti, andiamo avanti, problemi non ce ne sono. Obiettivi? Il campionato finisce a maggio, i punti ci sono a disposizione. Non stiamo dormendo, sappiamo che bisogna fare punti. Ho visto una squadra viva e domenica ci aspetta una battaglia. Guidolin resta a casa? Per me può stare a casa o andare dove vuole, noi sappiamo dove dobbiamo andare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy