SILIGARDI: “A SAN SIRO A TESTA ALTA, TUTTO È POSSIBILE”

SILIGARDI: “A SAN SIRO A TESTA ALTA, TUTTO È POSSIBILE”

Il fantasista: “Delneri ci ha dato una scossa a livello mentale. I tifosi? Un grande stimolo”

Ospite della trasmissione “Questo è il Verona” su Radio Bella&Monella, Luca Siligardi ha parlato del momento dell’Hellas e dell’arrivo di Delneri sulla panchina gialloblù.

“Il mister ha portato un’idea di gioco nuova, ha già dato un’identità nuova, che dobbiamo migliorare. Con l’Empoli abbiamo dato una buonissima risposta a livello di campo, abbiamo cercato di essere più offensivi e creare di più. Abbiamo perso solo su un’occasione su palla inattiva. A livello mentale il mister ci sta dando una scossa. Durante la settimana, anche contro la Primavera ieri, cerchiamo di mettere in atto quello che ci chiede per arrivare pronti domenica. Sono test che ci permettono di capire dove possiamo migliorare e fare qualcosa di diverso. La mia posizione? Io sono sempre stato abituato a giocare a destra. Ora sono a sinistra, non è un ruolo nuovo per me, ma devo farmici un po’ l’abitudine. Delneri ci sta spingendo a essere positivi e aggressivi: elementi che c’erano anche prima, ma visti i risultati forse c’era un po’ di sconforto. Dobbiamo ripartire da quanto fatto domenica e continuare così.

Sulla sfida con il Milan dice. “Ho fatto due anni di Primavera all’Inter, non è proprio un derby per me, però è una partita a cui tengo. Possiamo fare bene, perché i margini di miglioramento ci sono: tutto è possibile. Dopo il pareggio con il Carpi ci sarà un ambiente duro, ci aspetta una partita impegnativa ma andiamo là a testa alta, senza scoraggiarci”.

“Mi manca il gol – prosegue il fantasista – ero riuscito a segnare con continuità negli ultimi tre anni. Spero di sbloccarmi il prima possibile, anche per dare una mano alla squadra. Finora mi sono trovato benissimo qui. I tifosi del Verona sono un po’ ovunque. Vengono in tanti a vederci a Peschiera: una cosa che ci dà grande stimolo. Anche domenica vedere una tifoseria che ti incita e ti applaude a fine partita, nonostante il momento negativo, non mi era mai capitato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy