Stadio Verona, gli sviluppi

Stadio Verona, gli sviluppi

Oggi la prima presentazione. Prevista una struttura provvisoria da 16mila posti

di Redazione Hellas1903

Prima presentazione pubblica per il nuovo stadio. Questa mattina lo studio di fattibilità, presentato dalla Rti Nuova Arena di Verona srl e di Vincenzo Dino Spa, è stato illustrato a tutti i soggetti coinvolti nella prima conferenza di servizi. Erano presenti Prefettura, Questura, Hellas e Chievo, Vigili del Fuoco, ma anche Regione Veneto, Genio Civile e Ulss 9. Insieme a sindaco e assessori allo Sport e ai Lavori pubblici, anche i tecnici del Comune.

 

Parco urbano, stadio provvisorio e stadio definitivo, sono questi i tre punti illustrati questa mattina da ingegneri e architetti della Rti. Messa nero su bianco l’idea innovativa dell’opera, che non sarà più uno spazio ad uso esclusivo dello sport e del calcio, ma un luogo multifunzione e multiservizi anche a disposizione del quartiere, ispirato all’Arena per proporzioni e luci.

 

Oggetto di domande e precisazioni è stato soprattutto lo stadio provvisorio che potrebbe essere realizzato nell’attuale impianto Olivieri di via Sogare oppure nel parcheggio C, lato curva nord, con una capienza di 16 mila spettatori.

 

Istituzioni ed enti seduti al tavolo di lavoro potranno presentare suggerimenti e richiedere integrazioni. I pareri definitivi dei soggetti coinvolti verranno espressi nel corso della riunione conclusiva programmata per il 4 giugno. Subito dopo ci sarà il passaggio in Consiglio comunale per l’esame della sussistenza del pubblico interesse, entro i 90 giorni previsti dalle legge sugli Stadi (articolo 1, commi 303-305, della legge del 27 dicembre 2013, numero 147).

 

“Sono soddisfatto dell’incontro di questa mattina – ha detto il sindaco -. Il progetto illustrato si conferma interessante e di grande riqualificazione per tutto il quartiere, grazie anche alla realizzazione di un grande parco pubblico. Stiamo andando avanti spediti per arrivare presto all’approvazione del progetto definitivo e a bandire la gara del project. La collaborazione vista oggi di tutti gli enti sarà di grande importanza”.

fonte: ufficiostampa.comune.verona.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy