Toni sui giovani giocatori: “Troppa Playstation e social, mentalità sbagliata”

Toni sui giovani giocatori: “Troppa Playstation e social, mentalità sbagliata”

Il dirigente del Verona alla “Bild”: “Per chi vuole crescere il calcio deve venire prima di tutto”

Intervistato dal quotidiano tedesco “Bild”, Luca Toni parla del suo presente e analizza la situazione attuale delle Nazionali di Italia e Germania, le quali, tra cinque giorni, si sfideranno in amichevole a Milano.

Così l’ex bomber dell’Hellas: “Al momento sono uno studente, ma in futuro voglio diventare un direttore sportivo”.

Prosegue Toni, per il quale Italia e Germania sono accomunate da un aspetto: “Ho sentito il mio ex collega e compagno di squadra Miro Klose, ed entrambi siamo d’accordo su una cosa: sia agli azzurri che ai tedeschi manca un attaccante centrale di razza. Bisognerà lavorare per questa cosa”.

Infine, il dirigente del Verona lancia un appello ai giovani calciatori: “I ragazzi dei nostri vivai pensano troppo ai social e alla Playstation invece che al calcio. Questa mentalità è sbagliata. Il calcio deve avere un’importanza primaria. Così si sviluppa la giusta mentalità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy