Verona, i punti fermi per la A

Verona, i punti fermi per la A

Silvestri, Faraoni, Dawidowicz, Zaccagni, Di Carmine, Pazzini: l’Hellas riparte da loro

di Redazione Hellas1903

Il Verona per la A è ancora un’idea, tutto da costruire sul mercato.

Intanto, però, ci sono dei punti fermi, uno zoccolo duro di giocatori che saranno la base della squadra per il prossimo campionato.

Intoccabile è Marco Silvestri, autore di una grande stagione in B e pronto a fare da titolare nella stagione che partirà ad agosto.

Davide Faraoni, innesto tra i più positivi e già navigato per la Serie A, coprirà la fascia destra. Pawel Dawidowicz è atteso alla piena maturazione. L’Hellas ha pagato 2 milioni di euro per il suo riscatto dal Benfica.

Mattia Zaccagni, probabilmente il miglior gialloblù nello scorso campionato, è un perno fondamentale. Il club sta discutendo con il suo agente, Fausto Pari, il prolungamento contrattuale fino al 30 giugno 2022.

Davanti, Samuel Di Carmine e Giampaolo Pazzini, dopo un’annata in cui non si è mai interrotta la telenovela sul loro impiego, saranno di nuovo insieme. Sono stati decisivi nei playoff, gestiti in maniera impeccabile da Alfredo Aglietti. Ora toccherà a Ivan Juric utilizzarli al meglio.

Ci sono, poi, tutti gli altri giocatori che hanno colto la promozione che restano da valutare, sulla base delle esigenze del nuovo tecnico e delle opportunità di mercato. Per adesso, le prime certezze sono queste.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy