Verona, il vantaggio dell’abbondanza

Verona, il vantaggio dell’abbondanza

Tante scelte possibili per Fabio Pecchia per la gara con il Frosinone. E non solo

La nuova tessera del mosaico del Verona è Mattia Valoti. Fortemente voluto da Fabio Pecchia e Filippo Fusco come diciottesimo nella lista degli “Over” dell’Hellas, con l’esclusione, a malincuore, di Leandro Greco.

I gialloblù contano su molteplici soluzioni in tutti i reparti. Con il Frosinone saranno molte le possibilità a cui attingere per Pecchia.

Se davanti Pazzini è un punto fermo, a scalpitare c’è Ganz, con Gomez alternativa per ogni ipotesi tattica. Sugli esterni, da Siligardi a Luppi, da Troianiello a Fares, l’abbondanza è assicurata. A centrocampo brillano Bessa, Romulo e Fossati, ma Valoti ha dimostrato tutto il proprio talento. Inoltre può giocare anche tra le linee, dietro la punta, tramutando il 4-3-3 in 4-2-3-1 .

Zaccagni, nel secondo tempo con l’Avellino, ha mostrato qualità note e personalità. Zuculini è in ripresa e il suo contributo in mediana è già stato decisivo. Quanto a Enzo Maresca, è un lusso destinato a farsi valere presto.

Dietro l’organico è meno ampio, anche perché Albertazzi è fuori per l’infortunio al ginocchio. Da verificare l’impatto di Boldor, che può essere schierato sia al centro che sulla fascia sinistra. Pisano ha le capacità per muoversi anche in mezzo, dove il trio che si gioca le maglie da titolare è composto da Bianchetti, Caracciolo e Cherubin.

Insomma, molte vie per inseguire la vittoria anche con il Frosinone.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy