Verona, ora è vietato perdersi d’animo

Verona, ora è vietato perdersi d’animo

Punti importanti in gioco nelle prossime sette gare con cinque scontri diretti. Si riparte col Bologna

1 Commento

Ieri sera si è concluso il dodicesimo turno di Serie A per dare spazio alla sosta nazionali. Dei giocatori gialloblù saranno assenti Verde, impegnato nel doppio impegno della Nazionale U21 di Di Biagio, e Caceres. Gli altri avranno giorni di lavoro intensi a Peschiera.

L’Hellas arriva alla pausa in penultima posizione con soli sei punti in dodici partite. Tra le mura amiche il Verona ha conquistato quattro punti con Sampdoria e Benevento, unica vittoria fino ad ora. Solo due quelli conquistati in campo avverso a Crotone e Torino.

A discapito della squadra di Pecchia c’è stato un calendario non molto favorevole. Nelle prime dodici gare il Verona ha incontrato Napoli, Fiorentina, Roma, Lazio, Atalanta e Inter. Questo, forse, uno dei motivi  dell’alto numero di reti subite da Nicolas, ventisei, secondo solo all’ultima in classifica Benevento, a fronte delle poche reti segnate, otto.

Tra i gialloblù, però, è vietato perdersi d’animo, visti i prossimi impegni. Nelle ultime sette gare che precedono il giro di boa, l’Hellas troverà cinque squadre che sono da considerarsi dirette avversarie: Bologna, Sassuolo, Genoa, Spal e Udinese. Due le big che arriveranno al Bentegodi nella terzultima e nell’ultima giornata del girone d’andata, rispettivamente Milan e Juventus.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-12938271 - 2 settimane fa

    Si scrive Setti si legge Ghirardi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy