Verona, rispetto all’andata manca un punto

Verona, rispetto all’andata manca un punto

Meno gol fatti nella seconda parte del campionato

di Eric Sartori, @sartori_eric

Dopo la sconfitta di Palermo, il Verona ha visto allontanarsi la promozione diretta in Serie A. La squadra guidata da Fabio Grosso, però, non deve perdersi d’animo. 

Attualmente l’Hellas occupa la quinta posizione in campionato, distante due punti dal Benevento e a pari punti del Pescara. Entrambe le squadre saranno prossime avversarie degli scaligeri. Il Benevento, con una partita in meno del Verona, è atteso al Bentegodi a Pasquetta, mentre con il Pescara l’appuntamento è per sabato 27 aprile.

A parità di partite giocate, rispetto all’andata, il Verona ha accumulato un insieme di statistiche negative. Da inizio campionato, fino alla 13ma giornata, la squadra di Grosso aveva guadagnato 19 punti grazie a 5 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte. La media punti delle prime 13 giornate era di 1,46 punti a partita. 

Dal giro di boa gli scaligeri hanno subito un leggero calo conquistando 18 punti dalla 20ma giornata alla 32ma in 4 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte. Ovviamente, anche la media punti a partita è calata, passando 1,38 punti a partita.

I problemi del Verona si vedono non solo dai punti, ma anche dai gol fatti. Considerando sempre lo stesso numero di partite giocate, la squadra di grosso ha segnato meno gol rispetto quanto fatto nel girone d’andata. La differenza è di 4 reti (19 all’andata, 15 al ritorno). Restano invariati, invece, i gol subiti: 16 sia all’andata che al ritorno.

Certo è che il campionato non è ancora finito. In palio, per il Verona, ci sono ancora 15 punti. Negli ultimi 5 match che andranno ad affrontare i gialloblù, tre sono scontri diretti con Benevento, Pescara e Cittadella. Non saranno match facili neanche contro il Livorno e il Foggia, in lotta per restare in Serie B.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy