Verona schiantato dalla Fiorentina, fischi al Bentegodi

Verona schiantato dalla Fiorentina, fischi al Bentegodi

Pesantissimo 0-5, erroracci di Nicolas, Hellas mai in partita

 

Verona travolto dalla Fiorentina al Bentegodi. La gara si chiude con un impietoso 0-5 figlio di una gara senz’anima dei gialloblù, per altro pesantemente condizionata dalle prime due reti, negli 11 minuti iniziali, regalate da due erroracci di Nicolas. Non basta certo a scusare la prova dell’Hellas quella imbarazzante del portiere, perché una reazione degna di questo nome non si vede mai. Tutti bocciati quindi, a parte Caceres e Kean, che, entrato nella ripresa, mostra corsa e carattere da vendere. L’Hellas esce con le ossa rotte, coi fischi del pubblico e con Pecchia contestato e dileggiato dai tifosi della curva.

LE FORMAZIONI

Non c’è Romulo, che siede in panchina dopo una settimana in cui non si è allenato al meglio. Pazzini debutta in campionato dal primo minuto, supportato dagli esterni  Verde e Fares. La linea di difesa vede Caceres a destra, Heurtaux e Ferrari centrali e Souprayen a sinistra. A centrocampo i tre sono Bruno Zuculini, Buchel e Bessa. A disposizione entrambi gli ultimi arrivati Lee e Kean.

4-2-3-1 per la Fiorentina con Sportiello,  Gaspar, Pezzella, Astori, Biraghi,  Veretout e Badelj, Chiesa, Benassi e Thereau dietro a Simeone.

NICOLAS DA INCUBO, FIORENTINA SUBITO IN DOPPIO VANTAGGIO

Scambi di cori di reciproca amicizia tra le tifoserie precedono l’inizio della gara, condotta dall’arbitro Damato. Gli spettatori sono 18.181. In tenuta completamente rossa la Fiorentina.

Se qualcuno è ancora convinto che Nicolas può essere un portiere da serie A, viene impietosamente sconfessato dopo 2’. Un tiro per nulla difficile da parare di Benassi è goffamente respinto dal portiere sui piedi dell’accorrente Simeone, per il quale è un gioco da ragazzi metterla dentro.

Non finisce qui, perché la Fiorentina raddoppia, e (indovinate?) sempre con la complicità di Nicolas che va a buttare giù Chiesa al limite dell’area grande! Una follia che regala a Thereau al 10’ il rigore del 2-0.

Il Verona crolla, la palla scotta, Buchel la perde. Il doppio cazzotto fa molto male. Fares è fischiato perché tarda a darla a Pazzini, il clima peggiora. Simeone taglia la difesa e calcia a lato il possibile 0-3 al 15’. I viola sono galvanizzati e hanno la partita quasi già in tasca. Pazzini è isolato in avanti e perde i duelli fisici. Souprayen cerca un cross troppo teso, fischi.

0-3 E GARA CHIUSA AL 24’

La gara, iniziata malissimo dal Verona, si chiude già al 24’, quando sugli sviluppi di un corner Astori si trova solo in area e spara un esterno angolato: 0-3. Simeone sfiora il quattro pochi istanti dopo. Il Verona è incommentabile, solo Caceres cerca di dare una sveglia con qualche sgroppata a destra. Il centrocampo non è pervenuto. 29’: un lancio di Verde che taglia il campo mette in movimento Fares, bravo a resistere agli avversari e a servire Pazzini che, però, si gira lentamente e spara in curva. Fares insiste a sinistra e guadagna un corner. Una pregevole chiusura di Caceres con tanto di lancio perfetto per Bessa viene sprecato da Souprayen che calcia alle stelle al 35’. La Fiorentina fa girare la palla, l’Hellas si chiude col 4-5-1, col terrore di prenderne ancora. Si scalda Kean, il pubblico applaude.

SECONDO TEMPO, DENTRO KEAN E ROMULO

La ripresa inizia con gli ingressi di Kean e Romulo al posto di Ferrari e Souprayen. Fares va afare il terzino sinistro, Romulo il destro, Caceres il centrale. Due i centrocampisti, quattro gli attaccanti, con Verde largo a destra e Kean a sinistra.

L’Hellas acquista peso in avanti. Al 9’ Romulo sparacchia alto dal limite. Al 12’ Kean si guadagna un corner, sugli sviluppi del quale si fa trovare sul secondo palo da dove, però, fallisce l’impatto col pallone che va alto.

Una bella trama tra Kean e Fares favorisce Pazzini che viene fermato in angolo al 14’. Al 15’ entra Valoti per Zuculini.

4-0 DI VERETOUT, BUIO PESTO PER IL VERONA

La Fiorentina corricchia, poi al 16’ prende una punizione ai 30 metri dalla porta. Veretout batte, la palla va all’incrocio. La curva contesta Pecchia e Fusco, e parte il coro “Io credo risorgerò”.

32’: una palla carambola in area dove Romulo, solo a pochi metri dalla porta, calcia forte al volo ma centrale, addosso a Sportiello. Nemmeno la bandiera. Nel frattempo Pioli ha inserito Babacar e Dias al posto di Chiesa e Thereau, al 39’, poi, entra Cristoforo per Veretout.

NICOLAS BUCATO ANCHE COL TUNNEL, CINQUINA FIORENTINA

I gialloblù si fermano anche in avanti, attendendo che Damato metta fine alla mattanza. Che non finisce, perchè Dias decide di segnare al 44′ il 5-0 con un tunnel a Nicolas che subisce pure questa umiliazione.

La devastante mazzata andrà superata subito. La A non perdona, sabato l’Hellas sarà ospite della Roma. Leccarsi le ferite e ripartire è d’obbligo. Questo Verona deve crescere in fretta per mostrare quanto prima di poter meritare la salvezza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy