Vittoria a Perugia! Il Verona corsaro con Bianchetti e Henderson

Vittoria a Perugia! Il Verona corsaro con Bianchetti e Henderson

1 a 2 al Curi, l’Hellas va

di Eric Sartori, @sartori_eric

Il Verona continua la striscia positiva dopo la vittoria contro il Venezia e si porta vicino alla vetta. A Perugia termina 2-1, reti gialloblù di Bianchetti e Henderson.

Tre punti importanti per il Verona che raggiunge il Palermo al secondo posto a -2 dal Brescia, superando Pescara e Benevento.

FORMAZIONI

Grosso ritrova Dawidowicz che compone la linea difensiva davanti a Silvestri insieme a Bianchetti, Empereur e Balkovec. In centro Faraoni, Gustafson e Henderson. Di Carmine torna titolare contro la sua ex squadra. Insieme a lui Laribi e Lee. 

Nesta schiera un 4-3-2-1, con Gabriel tra i pali, davanti Rosi, Gyomber, Sgarbi e Mazzocchi. In mezzo al campo Dragomir, Carraro e Falzerano. Punta centrale Melchiorri, con Kingsley e Verre a supporto.

Arbitra il sig. Di Martino della Sezione AIA di Teramo, coadiuvato dagli assistenti Cipressa (Sezione AIA di Lecce) e Rossi (Sezione AIA di Novara). 

PRIMO TEMPO, IL VERONA CREA SENZA FINALIZZARE

Buono l’inizio di match da parte dei gialloblù. Dopo sei minuti la prima grande occasione per il Verona, Di Carmine non riesce a sfruttare un cross dalla destra. All’11’ la squadra di Grosso soffre una ripartenza degli avversari che mette in difficoltà la linea difensiva.

È la formazione gialloblù quella più attiva nei primi venti minuti di gara. La squadra di Grosso crea senza riuscire a finalizzare. Il Perugia, quando attacca, è compatto e organizzato. Prova a mettere in mezzo palloni non riuscendo però a concludere verso la porta difesa da Silvestri.

DAWIDOWICZ GIÙ IN AREA, GIALLO PER SIMULAZIONE

Al 28′ il sig. Di Martino assegna una punizione dalla tre quarti per i gialloblù. Laribi la mette sul dischetto dove Dawidowicz cade insieme a Gyomber. L’arbitro ferma il gioco per ammonire il giocatore gialloblù che salterà il prossimo match. Giallo pesante per il polacco, steso a terra dal giocatore avversario. 

Il Perugia fatica ad uscire dalla propria metà campo. Il Verona non riesce a concretizzare. Al 34′ triangolo veloce Lee-Laribi-Lee. Il coreano prova a metterla in mezzo per Di Carmine, ma Sgarbi la mette in angolo.

Al 38′ la prima occasione per i padroni di casa. Kingsley sfrutta un passaggio filtrante e si infiltra in area dalla destra e prova il tiro. Palla deviata in angolo. Ultimi minuti di primo tempo in cui i padroni di casa provano a rialzare la testa, ma i gialloblù proteggono bene la porta difesa da Silvestri.

45′ SECONDO GIALLO PER I GIALLOBLÙ

Si chiude con l’ammonizione di Balkovec il primo tempo. Il Perugia prova a rendersi pericoloso con Melchiorri, atterrato dal difensore gialloblù. Fallo tattico, giusta l’ammonizione.

SECONDO TEMPO, GIALLOBLÙ IN VANTAGGIO. DIECI MINUTI FINALI DI SOFFERENZA

Il Perugia parte in quarta. Al 2′ della ripresa Verre cerca Falzerano in mezzo all’area, ma il pallone è troppo lungo. Al 4′ secondo giallo per simulazione, questa volta ai danni di Kingsley, caduto facilmente in area di rigore a seguito di un presunto contatto con Empereur.

BIANCHETTI IN GOL AL 9′ DELLA RIPRESA, VANTAGGIO VERONA

Verona pericoloso all’8′. Laribi crossa in mezzo, dove Dawidowicz trova un’ottima girata. Pallone deviato. Angolo. Se ne occupa Laribi che spennella nel mezzo un’ottimo pallone che trova la testa di Bianchetti. Impossibile per Gabriel arrivare sul perfetto colpo del capitano gialloblù. Verona meritatamente in vantaggio dopo 54′.

RADDOPPIO VERONA, HENDERSON DAL LIMITE

La squadra di Grosso sembra aver preso coraggio dopo la prima rete. Al 15′ Faraoni conduce un’ottima azione dalla destra. L’esterno cerca un compagno al limite dell’area con un cross basso, sul quale si avventa prima Di Carmine, facendo un velo, poi Lee che lascia passare il pallone per Henderson che dal limite trova un destro di precisione battendo Gabriel.

Il Perugia fatica a tenere il ritmo dei gialloblù. Al 17′ della ripresa, Rosi atterra Lee al centro del campo. Per il giocatore del Perugia cartellino giallo.

Al 18′ Grosso spende la prima sostituzione. Entra Andrea Danzi, reduce da un infortunio, per Laribi. È proprio il neo entrato che si mette in mostra trenta secondi dopo, creando uno spazio utile per Faraoni, fermato però dalla difesa.

Al 33′ arriva il momento di Pazzini, dentro al posto dell’ex della serata Samuel Di Carmine. 

A dieci dalla fine, Dragomir spreca l’occasione per riportare il Perugia ad una sola rete di distanza dai gialloblù. Due minuti dopo padroni di casa ancora pericolosi con Verre, ma il pallone finisce sopra la traversa.

Al 39′ Di Martino ammonisce Gustafson per gioco pericoloso. Dalla punzione il Perugia crea un’altra potenziale rete da gol, ma è bravo Silvestri a respingere il pallone con il piede.

VERRE ACCORCIA LE DISTANZE

La continuità offensiva del Perugia, negli ultimi minuti, fa soffrire il Verona. Al limite dell’area gialloblù il pallone viene consegnato a Verre, che salta prima Henderson e poi Faraoni per spiazzare Silvestri. I padroni di casa accorciano le distanze e il pubblico si riaccende.

Al 90′ il sig. Di Martino assegna 5′ di recupero. Al secondo di recupero Grosso sfrutta l’ultimo cambio a sua disposizione. Fuori Henderson, dentro Tupta, che non sfrutta un’occasione per chiudere il match dopo un minuto dalla sua entrata in campo.

Soffre fino all’ultimo il Verona. Calcio d’angolo sul finire per la squadra di casa, ma il pallone termina sul fondo.

La squadra di Grosso trova un’altra vittoria contro un avversario importante. I gialloblù hanno avuto una certa superiorità per quasi tutta la partita, tranne gli ultimi dieci minuti finali. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy