Zeytulaev e il gol alla Pro Patria: “Cominciai a correre e non mi fermai più”

Zeytulaev e il gol alla Pro Patria: “Cominciai a correre e non mi fermai più”

L’autore della rete decisiva a Busto Arsizio: “Noi salvi, fu una liberazione”

di Redazione Hellas1903

Fu una liberazione per tutti. La stagione era stata deludente. Il nostro obiettivo era conquistare la B e invece ci trovammo in fondo. C’era tristezza, un’aria depressa. In più, non potevo allenarmi, afflitto da un problema sciatico. Era una sofferenza. Quando quegli incubi sparirono, ci sentimmo sgombrati da ogni paura”.

Così Ilyas Zeytulaev ricorda, intervistato dal “Corriere di Verona” oggi in edicola, la gara con la Pro Patria, dieci anni fa, e la rete con cui salvò l’Hellas dalla retrocessione in C2.

L’ex giocatore gialloblù descrive così l’emozione del suo gol al 90′: “Calciai quasi dalla linea di fondo. Una botta che passò dietro al portiere e s’infilò in rete. Mi voltai verso la panchina. Era il 90’. Dopo guardai sotto la tribuna, nella direzione del nostro pubblico. Cominciai a correre e non mi fermai più”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy