CANIGGIA: “VERONA, TORNA TRA LE GRANDI”

CANIGGIA: “VERONA, TORNA TRA LE GRANDI”

Il campione argentino: “Quello gialloblù è un ambiente bellissimo per giocare a calcio”

di Redazione Hellas1903

Una sola stagione a Verona, nel 1988-’89. Tante ambizioni, numeri spettacolari, poi una frattura a una gamba lo sottrasse per mesi all’Hellas.

In estate il club gialloblù dovette vendere tutta la rosa per sopravvivere e lui prese la via di Bergamo e dell’Atalanta.

Claudio Paul Caniggia resta uno dei giocatori più amati della storia del Verona. E lui stesso non dimentica quell’esperienza, seppur troppo breve, con l’Hellas.

Intervistato in esclusiva da www.tuttomercatoweb.com, il “Figlio del Vento” ricorda: “Era una grande società, con uno stadio spettacolare. Verona è un ambiente molto bello per fare calcio”.

Il “Cani”, vicecampione del mondo a Italia ’90 (storico il suo gol a Zenga che portò l’Argentina all’1-1 in semifinale, battendo poi gli azzurri di Azeglio Vicini ai rigori), sulla rincorsa alla promozione del’Hellas commenta: “Tutte le squadre con stadi e pubblico importanti meritano la serie A, quindi anche Verona, che ha dei tifosi legati ai giocatori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy