FERMANELLI SA COME SI FA: “VERONA, ATTENTO AL CESENA”

FERMANELLI SA COME SI FA: “VERONA, ATTENTO AL CESENA”

Contro il Cesena, con la maglia del Verona, ha segnato quattro volte in due partite.

Fabrizio Fermanelli, 12 reti in gialloblù nella stagione di Serie B 1994-95, ricorda, intervistato dal Corriere di Verona: "Stupendo il ricordo della prima partita. Debuttiamo al Manuzzi e vengo schierato a sorpresa in avanti dal nostro allenatore, Bortolo Mutti. E faccio una gran tripletta: vinciamo 3-1, liberandoci dalle apprensioni delle amichevoli estive, che non erano andate bene, e dell’eliminazione in Coppa Italia con il Perugia".

Continua Fermanelli: "Anche al ritorno la risolsi io: calcio di rigore, non sbaglio. Dal dischetto ero uno specialista. Per me Verona è stato il momento più bello: grande piazza, tifosi caldissimi, uno dei posti migliori per giocare a calcio. Purtroppo ci sono rimasto per un solo anno".

Sulla gara di sabato, l'ex attaccante dice: "Con la guida di Mimmo Di Carlo anche il Cesena è cambiato. Ha gran temperamento, non si arrende mai, corre tanto e bene. Se non vuole incorrere in qualche sorpresa, il Verona dovrà evitare qualsiasi distrazione".
 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy