ITURBE, PRELAZIONE ROMA, MA E’ DERBY JUVE-MILAN

ITURBE, PRELAZIONE ROMA, MA E’ DERBY JUVE-MILAN

I GIALLOROSSI POSSONO PAREGGIARE L’OFFERTA FINO AL 15 LUGLIO MA IL PREZZO DI “TURBO” LIEVITA…

Difficile che possa esercitarlo, alla fine, ma la Roma ha un diritto di prelazione su Juan Iturbe.
 

Cedendo Marquinho, a gennaio, i giallorossi, contribuendo a pagare metà dello stipendio del brasiliano, si sono infatti aggiudicati l'opzione sul funambolo gialloblù fino al 15 luglio, e il diritto, oltre a quella data, di protrarre la prelazione con nuovi denari.
 
Tale vantaggio consente alla Roma, qualora il Verona accetti un'offerta di una pretendente di "Turbo", di pareggiare l'offerta e di aggiudicarselo.
 

Non è detto, tuttavia, anzi, è piuttosto difficile, che la Roma, qualora il prezzo di Iturbe salga eccessivamente, eserciti il diritto di prelazione, anche se di mezzo c'è il discorso Marquinho, che l'Hellas vorrebbe confermare.

Attualmente sono Juve e Milan a sprintare per il campione argentino. I rossoneri attendono di liberarsi di Kakà per formulare un'offerta ritenuta adeguata dal Verona per Iturbe, attorno ai 25 milioni.
La Juve, però, che sinora ha offero 18 (ma c'è chi dice 21) milioni più Quagliarella, potrebbe tentare di piazzare quanto prima il colpo decisivo. 

L'ultima parola, in ogni caso, spetterà alla Roma (se l'offerta arriverà entro il 15 luglio) che deciderà se sborsare o meno la quota di "fine asta".
A.S.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy