LE PAGELLE, MARQUEZ COMANDA, CENTROCAMPO INCERTO

LE PAGELLE, MARQUEZ COMANDA, CENTROCAMPO INCERTO

Difesa blindata. Gomez spreca, Jankovic e Toni vicini al gol

di Redazione Hellas1903

RAFAEL 6
L’Atalanta non gli provoca spaventi. Boakye lo grazia nel finale, addormentandosi sulla più agevole delle incornate possibili.
MARTIC 6,5
Davanti ha Bonaventura, che è un distillato di talento, e non  si fa mai saltare. Certo, non ruba l’occhio e davanti, per ordini tattici, non si vede, però esegue il compito con metodo.
MORAS 6
Con al fianco Marquez appare più sicuro. Alza lo steccato in difesa e non è mai facile sfidarlo.
MARQUEZ 7
Non soltanto è una cassaforte in cui depositare il fondo universitario privato: in assenza di idee a centrocampo ci pensa lui a impostare. Lo fa meglio nel primo tempo, poi si preoccupa di coprire. Comandante.
AGOSTINI 6,5
Nell’affollamento dei terzini sinistri in rosa, con Luna e l’ormai ingaggiato Brivio, la certezza è che il posto sarà dura toglierglielo. In copertura è una specie di dogana, di quelle che non fanno sconti e a cui devi pagare sempre il pedaggio.
OBBADI 5,5
Approccio difficile con la Serie A. Finisce presto fuori giri. Palloni toccati ridotti ai minimi termini, pensieri ridotti. Non inventa, non crea, non dà ritmo.
TACHTSIDIS 5,5
La predisposizione all’impegno in difesa gli consente di ottenere un mezzo voto in più. Assente in fase di manovra, palloni toccati con imprecisione, lentezza grave.
HALLFREDSSON 6
Rende senza illuminare, non accelera, non dà corsa alla linea mediana. Però, rispetto ai compagni di reparto, è più mobile, e già non è poco.
GOMEZ 5,5
Invisibile, bassissimo per contenere, in combinazione con Martic, gli istinti offensivi dell’Atalanta a destra. Ricompare a pochi minuti dalla fine, divorandosi un gol: regalo facile per Sportiello. Ma per Rizzoli il gioco è già fermo. Comunque non punge mai.
TONI 6
Duello acceso con Benalouane, che cerca di suonargliele e rischia di venire suonato. Rare occasioni utili.  Ma è sempre l’uomo più pericoloso del Verona.
JANKOVIC 6
Sportiello gli respinge di piede la palla del vantaggio. Ha forza d’urto, ma non continuità. Può rendere con un voltaggio maggiore.
 
LAZAROS 6
Ingresso che non cambia l’andamento della partita. Da aspettare come titolare.
IONITA e NICO LOPEZ ng
 
MANDORLINI 6
Punta su un Verona che non azzarda. Il pareggio è un inizio dignitoso, ma la convinzione che resta è che questo Hellas possa garantire riscontri migliori. Siamo all’inizio, okay così.
 
MATTEO FONTANA
 
 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy