LE PAGELLE, TONI MONUMENTO, HALLFREDSSON QUANTITA’ E QUALITA’, RODRIGUEZ MURO

LE PAGELLE, TONI MONUMENTO, HALLFREDSSON QUANTITA’ E QUALITA’, RODRIGUEZ MURO

Sala scatenato, Obbadi architetto gialloblù, Pisano combattente, Jankovic carroarmato

 
BENUSSI 6,5
Il Napoli non lo mette in apprensione. Quando serve, però, risponde sempre sì: balzo di pura reattività sul tiro di Inler che filtra attraverso le gambe della difesa e per poco non lo beffa. Il palo lo salva sulla stoccata impetuosa di Gabbiadini.
 
SALA 7
Tocca abbassargli il voto perché incassa un cartellino rosso più che evitabile, cosa che gli farà saltare per squalifica la trasferta di Roma con la Lazio. Peccato veniale, peraltro, unico contorno fastidioso in capo ad una prova da supereroe.
 
MORAS 6,5
Registra la difesa con il consueto tasso di esperienza. Spazza l’area con puntualità, non va mai in ansia, neppure quando Benitez inserisce tutti i grossi calibri, nel finale.
 
RODRIGUEZ 7
Un muro. Contro le sue gambe protese va sbattere Zapata, ed è un miracolo che consente al Verona di evitare un pareggio certo. Domina di testa, non va troppo per il sottile se c’è da sparare il pallone lontano. Pratico, efficace, fondamentale.
 
PISANO 6,5
Tenace, ringhioso. Si attacca a chi gli viene a tiro e non lo molla mai. E non perde l’occasione per scattare in avanti quando ne ha l’opportunità.
 
OBBADI 7
Architetto e geometra del Verona che va. Recupera dozzine di palloni e li gioca tutti con intelligenza. Tocchi eleganti, misurati, cambio di passo incorporato. Ecco che si capisce quanto sia stata pesante la sua assenza.
 
TACHTSIDIS 6,5
Scortato dalla tecnica di Obbadi e dai muscoli di Hallfredsson, spezza la manovra del Napoli e ripropone quella del Verona con regolarità.
 
HALLFREDSSON 7,5
Sempre più uomo assist, imponente la sua fuga per la vittoria che porta al 2-0 di Luca Toni. Ci mette gambe e forza fisica, quantità e qualità.
 
JANKOVIC 7
Un carroarmato. Non lo fermano mai: aggressivo, rabbioso, ma la sua non è soltanto potenza, perché ha pure controllo. Innesca il turbo e fa scattare l’Hellas.
 
TONI 9
Re Luca supera il Sindaco. Sono 33 i suoi gol col Verona, sorpasso, quanto a reti in campionato, in A, su Preben Elkjaer. Entra ancor di più nella leggenda gialloblù. Castiga le incertezze del Napoli, le punisce con scientifica precisione. Preparategli un monumento in Bra.
 
GOMEZ 6,5
Votato al sacrificio, è essenziale la sua veemenza nel recupero del pallone che poi Hallfredsson rifinirà per il bis di Toni. Consuma ogni energia per la causa.
 
 
GRECO 6
Fa legna in mezzo, contiene con ordine.
 
CHRISTODOULOPOULOS 6
Compiti eseguiti con piena diligenza.
 
MARTIC ng
 
 
MANDORLINI 8
Una “perla”, la partita con il Napoli, una delle migliori prove del suo Verona dal 2010 a oggi. Ha raddrizzato la barca nelle scorse settimane, adesso ha messo il punto esclamativo sul momento dell’Hellas e pure sulla stagione gialloblù. La salvezza è all’orizzonte, giù il cappello.
 
MATTEO FONTANA
 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy