RAFA MARQUEZ: “HO IL DOVERE DI FARE MEGLIO”

RAFA MARQUEZ: “HO IL DOVERE DI FARE MEGLIO”

Ospite della trasmissione "Vighini show" su Telenuovo, queste le dichiarazioni di Rafa Marquez riprese dal sito ufficiale del Verona.

"Il mio adattamento a Verona? È difficile abituarsi ad un’altra squadra, volevo fare più di quello che si poteva fisicamente fare, mi serviva del tempo. All’inizio trovavo duro il lavoro settimanale, che richiede molto impegno. Ero abituato ai ritmi del Barcellona, qua si lavora molto tempo in palestra e sul campo e, nonostante fosse difficoltoso, volevo stare al passo con la squadra. Magari prima di venire a Verona pensavo a giocare davanti e portare palla, ma qui tre cose sono importanti: difendere, difendere e difendere (ride, ndr). Se sento di aver sbagliato qualcosa in particolare? No, ma sento che c’è ancora molto da fare. Ho la responsabilità di fare di più, c’è qualità e speriamo di fare finale bello. Come rispondo alle pressioni di squadra che vuole salvarsi? Come professionista ho il dovere di fare il meglio. La cosa più importante che ho imparato  è quella di non sentire critiche, il primo critico verso me stesso sono io se non ho mostrato un livello ottimale. Faccio sempre molta autocritica".

"Come mi trovo a Verona? Bene, è una bella città, la gente è molto gentile con la mia famiglia e questa cosa per me è molto importante. Io ancora qui l’anno prossimo? Ci sono tante cose su cui dobbiamo lavorare, la prossima stagione resterò, il mio contratto dura ancora un anno. Questo campionato mi è servito per vedere, conoscere e sapere cosa devo fare per migliorare".

"Se sono un personaggio ingombrante? Per i tifosi credo che sì, quando sono arrivato a Verona mi hanno accolto dicendomi che non avevano mai visto un campione come me. Io non sono più il Rafa dei tempi del Barcellona, ho 36 anni ma mi alleno al meglio possibile. La mia famiglia mi ha insegnato ad essere umile e sincero, dico le cose come stanno".

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy