ROMULO, NIENTE MONDIALI PER UN’INFIAMMAZIONE AGLI ADDUTTORI

ROMULO, NIENTE MONDIALI PER UN’INFIAMMAZIONE AGLI ADDUTTORI

Di Vittorio: “Vuole tornare in Nazionale, piace alla Roma, per il futuro si vedrà”

Adriano Di Vittorio, collaboratore dell'agente brasiliano Alex Firmino, ha rilasciato una lunga intervista a calciomercato.com, raccontando di Romulo, del suo problema fisico prima del Mondiale, del suo futuro.

Ecco una parte delle dichiarazioni di Di Vittorio.

ROMA. "Sappiamo che la Roma é un club che stima il calciatore e certamente, dopo la stagione entusiasmante dei giallorossi, ritengo sarà ancora protagonista la prossima stagione. È da valutare quanto peserà l'impegno in Champions, ma è un club importante. Il mercato peró è lungo, è ancora tutto aperto".

 

MONDIALE. "Ci sono emozioni che non si possono descrivere e senza dubbio la convocazione in Nazionale dopo una stagione esaltante é stato il giusto premio per il lavoro svolto e per quanto mostrato, un'emozione speciale. I test con il resto dei 30 selezionati avevano lasciato ben sperare cosí come la piacevole e cordiale accoglienza che gli é stata rivolta durante tutto il periodo trascorso con la selezione; l'ambiente é sereno e tutto é organizzato nei minimi dettagli sotto la competente e precisa conduzione di Mister Prandelli e il suo eccellente staff. Romulo si é da subito sentito parte della famiglia, lui ha un carattere espansivo, gioviale e convivevole oltre ad una grande forza di spirito interiore che lo differenzia come uomo prima e come calciatore poi. Il senso di appartenenza, lo spirito di sacrificio, la solidarietá ed i valori morali ne fanno certamente un modello adatto ed ideale per la visione e filosofia etica apportata dal CT.
A poche ore dalla diramazione della lista definitiva dei 23 selezionati si é intrattenuto con Mister Prandelli poiché purtroppo non era ancora riuscito a risolvere definitivamente una infiammazione agli adduttori e venendo a conoscenza che Mister Prandelli lo avrebbe inserito nella selezione in partenza per il Brasile, Romulo si é dimostrato per l'ennesima volta un uomo di valore, onesto e corretto, del resto l'affidabilitá e la responsabilitá gli é stata sempre riconosciuta ed ammirata durante il suo percorso sportivo e di vita. A malincuore e con grande emozione ha comunicato al Ct che non sarebbe stato corretto far parte della squadra non essendo al 100% e onestamente contrario ai propri principi morali ed etici dover far star a casa un suo compagno che é in migliori condizioni fisiche e che puó apportare un contributo di alto livello che tutti si attendono da coloro che verranno selezionati. 
 
FUTURO. " Romulo ritornerá in estate completamente guarito, motivato e piú in forma di prima; sicuramente ancor piú determinato e convinto di poter far parte della Nazionale per i prossimi obiettivi frattanto si dedica con molta perseveranza e responsabilitá a curare il proprio corpo e rigenerarsi. Il futuro dirá se sará ancora un calciatore dell'Hellas Verona o se ci sará qualche club a cui tutte le parti in causa saranno interessate ad ascoltare la loro proposta".
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy