VIVIANI IN POLE PER IL PREMIO ‘SANTE BEGALI’

VIVIANI IN POLE PER IL PREMIO ‘SANTE BEGALI’

La situazione della competizione interna al club gialloblù.

Come da sette anni a questa parte, il Verona prosegue con il ‘Premio Sante Begali’, dedicato alla memoria della leggenda gialloblù, che a fine stagione premierà il giocatore più corretto in relazione ai minuti giocati.

Lo scorso anno fu Benussi ad aggiudicarsi il premio, mentre per ora, al termine del girone di andata, lo scettro va a Federico Viviani che in 957 minuti giocati ha rimediato un solo cartellino giallo. Dietro di lui Ionita e Siligardi.

Verona – Prosegue, di giornata in giornata, il ‘Premio Sante Begali’, che da sette stagioni celebra il calciatore dell’Hellas Verona più corretto in campo in rapporto ai minuti giocati, dedicato alla memoria di una leggenda gialloblù. A prendere il posto di Francesco Benussi, premiato al termine dello scorso campionato, per ora è Federico Viviani, che nonostante il ruolo delicato è finora il meno falloso, con un solo cartellino giallo rimediato in 957 minuti giocati. Seguono a distanza ravvicinata Ionita e Siligardi che per il momento salgono sul podio.

Per aggiudicarsi il premio i giocatori gialloblù devono: non aver mai vinto nelle precedenti edizioni, aver giocato almeno metà delle partite, non prendere un’espulsione diretta e aver il più basso coefficiente nel rapporto tra ammonizioni e minuti giocati.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy