gazzanet

Tudor: “Il nostro futuro? Solo la Sampdoria”

Foto Hellas Verona F.C.

Il tecnico croato ha presentato la sfida contro i blucerchiati

Redazione Hellas1903

Giorno di vigilia in casa Hellas Verona. Domani, i gialloblù affronteranno al "Ferraris" la Sampdoria, per la 14°giornata di Serie A 2021-2022.

Mister Igor Tudor ha presentato oggi in conferenza stampa la sfida di domani. Ecco le sue principali dichiarazioni:

"Turnover? Prima era diverso perchè erano tre partite in sei giorni, ora ci sono due partite ravvicinate e una più lontana. È chiaro che considerando anche la Coppa con l'Empoli sono tante partite e ci sarà spazio per tutti. Poi, come per ogni squadra, c'è una base di giocatori che tirano avanti tutta la stagione.

Entusiasmo? Penso che, come ho detto in allenamento, abbiamo avuto un'ottima seduta ieri. L'allenamento è fondamentale, soprattutto in vista delle partite. Poi nello sport bisogna sempre spingere l'acceleratore. La differenza tra giocatori normali e forti sta qui, in quanto puoi andare a lungo con certe prestazioni. Voglio trasmettere ai ragazzi di non accontentarsi mai. Se si vuol essere forti, la chiave è lì.

Verona da primo posto nell'ultimo mese? Non so, dentro di noi è chiaro che siamo contenti. È bello che si stanno facendo cose interessanti a livello di squadra, ma io sono concentrato al prossimo incontro contro la Sampdoria. È così. Non è facile affrontarla. Gioca in casa e ha una classifica non da Sampdoria. Andreamo con le nostre armi a fare la nostra partita.

Simeone? Ha fatto una gran bella gara l'ultima volta. Kalinic non ci sarà, ha un problema al polpaccio. Però c'è Lasagna.

Futuro? Mi trovo bene, la Società è ben organizzata. Un buon presidente, un ds sempre presente, lasciano fare all'allenatore il suo lavoro.

Ilic? Giocherà dall'inizio.

La Sampdoria? È una squadra importante, ci aspettiamo una partita difficile. Ci siamo preparati al meglio, andiamo con umiltà.

Come possiamo fare il salto di qualità? Non saprei, dobbiamo solo lavorare.In questa settimana ho riscontrato sensazioni buone anche se abbiamo avuto pochi giorni. Abbiamo lavorato bene.

D'Aversa? Lo incontro nuovamente da avversario dopo un Udinese-Parma. Allenavo l'Udinese e avevamo perso dopo una grande partita. Spero di vendicarmi, sportivamente parlando ovviamente".

 

 

 

tutte le notizie di