Pagelle, Rrahmani comanda la difesa, Faraoni colpisce. Salcedo: buona la prima

Pagelle, Rrahmani comanda la difesa, Faraoni colpisce. Salcedo: buona la prima

Dawidowicz in difficoltà, Zaccagni sbaglia. Veloso, che classe. Stepinski, ora serve segnare

di Matteo Fontana, @teofontana

SILVESTRI 6

Beffato dal cross di Castro su cui il lieve, impercettibile tocco di Joao Pedro lo manda fuori giri (il gol viene dato all’argentino), ma a ingannarlo è la mancata marcatura di Dawidowicz. Poi si riscatta con due interventi decisivi.

RRAHMANI 6,5

Il re della difesa. Simeone lo supera, forse, mezza volta, per il resto tiene in pugno il reparto e, quando può, sale a spingere in fascia. Chiamatelo Bulldozer.

DAWIDOWICZ 5

Tanto bene con l’Udinese, altrettanto poco convincente a  Cagliari. Sembra smarrito in troppe fasi della partita, inoltre si fa sfuggire Joao Pedro sul gol rossoblù. Rivedibile.

GUNTER 6

Non si fa sorprendere sul suo lato. Senza strafare, assicura ordine alla linea difensiva. Non sempre fa la scelta giusta, ma la sua prova è sufficiente.

FARAONI 6,5

Nel primo tempo si vede poco e, anzi, si deve accartocciare all’indietro nei momenti di maggior pressione del Cagliari. Dopo, esce con vigore ed ha il grande merito di sfruttare lo svarione di Pisacane che gli spalanca la porta per il pari.

AMRABAT 6,5

Professione combattente, tiene sotto scacco il centrocampo di Maran. Duella con qualsiasi avversario o cosa che gli capiti a tiro. Sempre con la testa all’insù, da duro e puro.

VELOSO 6,5

Splendido regista, capitano di classe di questo Verona. Gli va tolto mezzo punto perché si mangia il pari all’ultimo secondo, prima dell’intervallo. Tuttavia, il gioco dell’Hellas ruota attorno al suo solenne piede mancino.

LAZOVIC 5,5

Giornata difficile, va spesso in sofferenza e, quando riesce a salire, non è preciso, eccedendo in leziosaggini (compresa un’improbabile trivela) che non portano esiti.

ZACCAGNI 5

Sbaglia almeno due gol, clamoroso il primo, con l’incornata a una spanna dalla parte che gli esce. Poi, si avvita in una rovesciata ambiziosa, e infruttuosa, e gli scappa via il pallone del 2-1. Non è il migliore dei suoi pomeriggi. Si rifarà.

VERRE 6

Viene da dire, parlando di lui: fatto 30, deve fare 31. Perché ha talento, estro, fantasia, eppure gli difetta l’ultimo tocco, la battuta risolutiva. Gli manca ancora quel salto di qualità che può renderlo un grande giocatore.

STEPINSKI 5,5

Lotta, regge, fa battaglia con costanza e determinazione, però non riesce a incidere. Lavora per la squadra, il gol resta lontano. Dato che è un attaccante, deve sbloccarsi presto.

 

SALCEDO 6,5

Ottimo impatto. Con lui il Verona accelera.

PESSINA 6

Dà sostanza alla manovra.

PAZZINI ng

 

JURIC 6,5

Il Verona del Pirata è questo: grande temperamento, ma anche gioco verticale, corsa sfrenata. Con il Cagliari, l’Hellas le prende e le dà. Serve fare un passo in più, al solito, sul piano della concretezza, ed è questo lo spunto su cui ragionare.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy