VERONA OK IN COPPA, 3-1 AL FOGGIA

VERONA OK IN COPPA, 3-1 AL FOGGIA

In gol Hallfredsson, Toni e Jankovic dopo il vantaggio dei pugliesi. Pazzini più Luca per 60 minuti, poi il tridente con Janko e Gomez

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

I gol di Hallfredsson, Toni e Jankovic regalano al Verona il 3-1 per il passaggio del turno in Tim Cup contro un Foggia sbarazzino che mostra coraggio ma pure le due categorie di differenza.

Mandorlini schiera Siligardi dietro a Toni e Pazzini, Rafael in porta, difesa con Pisano, Marquez, Moras e Souprayen, in mediana Sala, Greco e Hallfredsson.

Avvio coraggioso degli ospiti che però al 7′ rischiano quando la difesa regala un pallone a  Pazzini. L’attaccante affronta il portiere ma calcia malamente sul fondo.

Splendida l’azione del Foggia che porta alla rete del vantaggio al 18′. Doppia triangolazione, difesa del Verona a fette e Loiacono che spunta al momento giusto davanti a Rafael a raccogliere l’assist e infilare.

Pisano calcia goffamente alto al 21′, il Verona reagisce e trova il pari al 22′.
Hallfredsson entra in area dalla sinistra, la difesa foggiana concede quel metro che basta all’islandese per sparare un bolide di sinistro verso il palo opposto, 1-1.

L’Hellas finalmente si scioglie, Souprayen non è male con alcuni cross dalla sinistra, Toni calcia alto al 28′, tre minuti dopo Pazzini dal limite impegna severamente Narciso in corner.

Sala si vede poco-nulla mentre Siligardi è poco cercato.
Insomma finchè si gioca col Foggia (che è bravo in proposizione ma molto deficitario in difesa) gli attaccanti possono avere grandi spazi, e sono bravi a trovarseli, per andare al tiro. Si attendono tuttavia altri banchi di prova per capire se l’1-2 in attacco può davvero funzionare, perchè più di un dubbio lo lascia.

All11′ del secondo tempo Hallfredsson esce dopo una botta al ginocchio, al suo posto Romulo che ringhia subito sul pallone. Sembra in discrete condizioni il brasiliano il cui futuro si deciderà nei prossimi giorni.

Accade nulla fino al gol del 2-1 a firma di Luca Toni che finalmente trova l’elevazione e la precisione giusta per dirigere superbamente la palla di testa nell’angolino su un perfetto cross di Siligardi che lo pesca solo in area.

Sempre Siligardi imbecca Pazzini, splendida la deviazione di testa in velocità alla sua maniera al 22′ ma Narciso gli nega la gioia del primo gol ufficiale in gialloblù.

Al 33′ Mandorlini torna al suo caro 4-3-3 inserendo Gomez e Jankovic per Pazzini e Siligardi molto applauditi dai 7 mila del Bentegodi.

Il serbo segna subito, un minuto dopo, inzuccando al bacio un cross da corner di Romulo.
Gara chiusa, Verona ok contro il Foggia, prossimo avversario in coppa il 2 dicembre sarà il Pavia che ieri ha eliminato il Bologna. Tra sette giorni, invece, ci sarà la Roma per l’apertura del campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy