Boldor: “Verona, che città! E il pubblico…”

Boldor: “Verona, che città! E il pubblico…”

Il difensore gialloblù: “Mi piace combattere”. Totti e De Rossi lo considerano il nuovo Chivu.

Alla sua prima gara da titolare in campionato, Deian Boldor ha segnato la rete del definitivo 3-0 dell’Hellas contro il Cesena. Il difensore romeno, cercato in estate anche dagli inglesi del Nottingham Forest, è arrivato a Verona durante la fine del calciomercato, in prestito dal Bologna.

Intervistato dal portale www.gianlucadimarzio.com, Boldor non ha nascosto il suo entusiasmo: “Dedico la rete alla mia famiglia e al mio procuratore Pietro Chiodi. Verona è una città stupenda e il pubblico è molto passionale. Sono uno a cui piace combattere e ho dovuto sudarmi tutti i traguardi nella vita. Sono andato via da casa 10 anni fa per inseguire il mio sogno.”

Inoltre, il calciatore, qualche settimana fa aveva espresso anche la sua grande e “antica” ammirazione per il compagno di squadra Giampaolo Pazzini: “Il ‘Pazzo’ lo vedevo in tv quando ero piccolo, mi piaceva perché segnava in tutti i modi. Ora lo devo marcare in allenamento, è un grande. E’ un esempio per noi giovani”.

Altro aneddoto del difensore, cresciuto nelle giovanili della Roma, è la sua amicizia con Francesco Totti. Il capitano giallorosso, assieme a Daniele De Rossi, lo aveva già incoronato come il nuovo Chivu: “A Francesco ho mandato anche gli auguri per i suoi 40 anni, è un calciatore incredibile e aver potuto giocare contro di lui era un sogno che si è realizzato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy