Caracciolo: “I rivali del Verona? Noi stessi”

Caracciolo: “I rivali del Verona? Noi stessi”

Il difensore gialloblù: “Dobbiamo pensare solo a migliorare sotto tutti gli aspetti”

Antonio Caracciolo ha parlato in conferenza stampa della prossima partita di campionato contro il Brescia, sua ex squadra.

Sulla difesa: “Non subiamo gol da due giornate e questo dà sicuramente fiducia. È un aspetto su cui stiamo lavorando da inizio stagione. La fase difensiva, però, deve comprendere tutta la squadra.”

Titolare con Bianchetti? “In questo momento sembra che sia così, ma c’è bisogno di tutti. Cherubin, il giovano Riccardi, Boldor… Sicuramente daranno il massimo quando sarà il loro momento.”

Sul Brescia: “Rappresenta una tappa importante per la mia carriera. A Brescia sono cresciuto molto: da fuori rosa ho lavorato e mi sono guadagnato la fiducia di tutti. Ora con Brocchi c’è una squadra giovane e offensiva, dovremo giocare al nostro meglio.”

Sull’Airone Caracciolo: “È un giocatore difficile da marcare. Siamo cresciuti nello stesso paese, Cesano Boscone, in provincia di Milano, ma non abbiamo nessun grado di parentela. Ci conosciamo bene, è nata una bella amicizia tra noi.”

Sugli errori in difesa: “Il difensore non può peremettersi errori. Se sbagli, gli avversari sono in porta. Non bisogna distrarsi nemmeno un secondo, per tutta la partita.”

Gli arbitri di B? “Credo che vadano aiutati, possono sbagliare anche loro.”

La rivale del Verona? “Il Verona. Dobbiamo pensare a noi stessi, a migliorare sotto tutti gli aspetti, guardando alla nostra classifica partita per partita.”

Sul rosso a Benevento: “Dispiace per l’espulsione, ma comunque abbiamo fatto la partita contro 11 giocatori tutti dietro la palla. Abbiamo dimostrato di avere carattere e l’atteggiamento è stato quello giusto.”

Torregrossa? “Ernesto è un ottimo giocatore, con Caracciolo forma una bella coppia d’attacco, molto fisica.”

Bessa? “Daniel è spettacolare, dimostra sempre grande qualità. Lui è importantissimo, come lo sono Valoti, Fossati, Maresca, Zuculini e gli altri. Il gruppo è forte e dobbiamo continuare così.”

Su Troianiello, uomo spogliatoio: “Gennaro trasmette entusiasmo, ti fa ridere e stare tranquillo. Fa sempre piacere avere giocatori come lui in squadra.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy