Cassano: “Al Verona mi sentivo un alieno”

Cassano: “Al Verona mi sentivo un alieno”

Il fantasista alla Gazzetta: “Ero un pesce fuor d’acqua, ho lasciato subito”

Antonio Cassano torna a parlare. Lo fa in una lunga intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport”.

Sull’addio al Verona, il fantasista dice: “Non era scattata la scintilla. Dopo 3-4 giorni ho detto a Pecchia che volevo andare via, mi sentivo come un pesce fuor d’acqua: tutti giovani, non era l’ambiente ideale per me e ho preferito lasciare subito e non a campionato iniziato. E’ non è un problema fisico: in 15 giorni avevo perso 7 chili. Basta chiedere al Verona: i risultati dei test sono lì. A 25 anni avevo un’altra forza fisica e mentale, a 35 non ce l’ho fatta a ripartire completamente da zero. A Verona mi sentivo un alieno. Ma non ho mai pensato di lasciare il calcio davvero. Questo è il mio mondo».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy