FURMAN, UN ALTRO POLACCO A VERONA

FURMAN, UN ALTRO POLACCO A VERONA

Il centrocampista, appena concluso il prestito al Legia Varsavia, arriva dal Tolosa

Partito Hallfredsson, il Verona si è mosso subito per rimpiazzarlo, prendendo in prestito dal Tolosa il centrocampista Dominik Furman, polacco classe ’92.

La storia di Furman è interessante: cresciuto nelle giovanili del Legia Varsavia, esordisce in prima squadra nella stagione 2011/12, ma è nei due anni successivi che emergono le sue qualità, infatti, gioca complessivamente 69 partite, tra campionato e coppe, segnando 3 gol con la maglia della squadra polacca. Questo rendimento non passa inosservato ai principali club europei, l’Arsenal, sempre attento ai giovani talenti, era interessato al giocatore, ma alla fine la spunta il Tolosa che se lo aggiundica sborsando 2,7 milioni di euro, blindandolo fino al 2018.

Casanova, l’allora tecnico del club francese diceva di lui: “Ha una grande tecnica individuale, un’ottima qualità nei passaggi corti e lunghi, inoltre è eccellente nel gestire il gioco. Calcia bene anche le punizioni e può migliorare in tutti i ruoli del centrocampo.” La descrizione sembra coincidere con quanto visto durante i suoi anni al Legia, si può aggiungere che il giocatore possiede un discreto senso di copertura che gli permette di recuperare palloni in quella delicata zona del campo.

L’unico suo difetto – fisiologico per un ventunenne – era un eccesso di lentezza nella manovra e per questo in Francia la sua avventura non è andata nel migliore dei modi. Riesce a giocare solo 5 partite nel 2014, prima di tornare in prestito al Legia, dove, anche lì, non riesce a tornare ai livelli mostrati negli anni precedenti, complice anche un infortunio alla caviglia. Il cambio di allenatore sulla pachina polacca e un diritto di riscatto abbastanza alto lo fanno tornare a Tolosa durante questa finestra di mercato, da dove viene girato in prestito al Verona.

Il palmares di Furman conta due campionati polacchi e tre coppe nazionali, inoltre vanta 2 convocazioni con la nazionale maggiore, in aggiunta a quelle con le Under. È un giocatore ancora giovane, ha 23 anni, e Verona potrebbe essere la piazza giusta per rilanciarsi e giustificare il grande esborso del Tolosa, che ha visto in lui un futuro campione.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy