Guarino (canalesassuolo.it): “Il Sassuolo sarà carico, al Verona manca chiarezza e fortuna”

Guarino (canalesassuolo.it): “Il Sassuolo sarà carico, al Verona manca chiarezza e fortuna”

Il vicedirettore della testata neroverde: “Berardi? Deve solo riprendere il ritmo, tornerà decisivo”

Il Verona, sabato sera, affronterà la trasferta di Sassuolo con l’imperativo di guadagnare punti per rimanere nella scia delle rivali salvezza.

Per sapere che aria tira in casa neroverde, abbiamo avuto il piacere di intervistare Giuseppe Guarino, vicedirettore di canalesassuolo.it, che ci ha detto la sua su alcuni temi caldi, legati alla sfida di campionato.

Il Sassuolo è tornato alla vittoria, anche se in extremis, col Benevento. Che squadra si troverà di fronte il Verona?

“Una squadra battagliera, sicuramente, come quella che si è vista in campo nel secondo tempo al Vigorito. Sarebbe bello che il Sassuolo facesse vedere un gioco più simile proprio a quello degli ultimi quattro minuti a Benevento: due traverse e un gol, roba da far impazzire. Il fatto che domenica scorsa si sia vista per la prima volta questo tipo di reazione da parte della squadra fa ben sperare. Ci auguriamo che la squadra riparta da lì”.

Negli ultimi due anni i neroverdi hanno lottato per l’Europa, mentre ora sono a 11 punti, con le altre in fondo alla classifica. Cosa ha influito di più?

“Ogni anno sono andati via giocatori rappresentativi, spesso i migliori durante la stagione precedente. Nel mercato estivo del 2016 sono andati via Sansone e Vrsaljko, due pedine fondamentali della squadra. Nell’ultima sessione abbiamo perso invece Defrel e Pellegrini, più mister Di Francesco, finiti tutti alla Roma con i risultati che sappiamo. È cambiato essenzialmente solo questo. Qualcuno dice che i partenti non siano stati sostituiti a dovere, altri che la colpa sia soprattutto del cambio di allenatore. Ovviamente sono fattori che incidono, ma al momento gran parte dei problemi sono dovuti al morale: risolti quelli, le qualità individuali dei singoli torneranno a farsi vedere”.

Un giudizio sulla lotta salvezza? Sembrava una condizione riservata alle neopromosse, invece ci sono dentro anche squadre come Sassuolo, Udinese e Genoa.

“Sul Genoa non sono d’accordo: già la scorsa stagione si è salvato per pochi punti ed essenzialmente perché la lotta finale fu circoscritta alla miracolosa corsa al recupero portata avanti dal Crotone sull’Empoli. L’Udinese è invece una sorpresa, anche se chiaramente in parabola discendente. Sul Sassuolo, molti davano la squadra per spacciata ancora prima di conoscere il nome del nuovo allenatore, come se fosse impossibile ripetere i fasti di Di Francesco. In ogni caso, lo scorso anno dal Crotone abbiamo imparato che fino a quando c’è speranza i giochi non sono conclusi: con le giuste motivazioni tutto diventa possibile”.

C’è la sensazione che l’organico del Verona non sia adeguato alla Serie A, cosa ne pensa? E come vede la stagione gialloblù?

“Il Verona conta su giocatori di una certa esperienza come Caceres, Cerci, Pazzini e Romulo, ma nel complesso sembra non rispecchiare le potenzialità che hanno. Penso che, oltre ad un modulo di gioco non sempre chiaro, la cosa che manchi al momento sia un pizzico di fortuna e la cattiveria giusta per portare a casa il risultato”.

Berardi sulla carta è la stella della squadra di Bucchi. Ma si può parlare di involuzione?

“A Benevento Berardi non ha giocato benissimo, ma rientrava da un infortunio che l’ha tenuto fermo per tre settimane. Ha sbagliato il suo secondo rigore della stagione, ma probabilmente ha bisogno soltanto di riprendere il ritmo. Più che involuto non è più decisivo come lo è stato in passato. Con il tempo tornerà a farsi apprezzare come negli anni scorsi, dimostrando di poter fare la differenza. Noi lo stiamo aspettando”.

In che modo il Sassuolo potrebbe affrontare il match? Il suo pronostico sulla gara?

“In questo momento credo che l’unico obiettivo della squadra sia fare risultato. Quindi mi aspetto che Bucchi carichi i ragazzi così come ha fatto a Benevento. La partita è fondamentale per il Sassuolo, che con un’eventuale vittoria (la prima in casa) troverebbe un po’ di ossigeno. Per questo do come pronostico secco una vittoria per 2-1”.

 

J.M.B.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy