“IO CREDO, RISORGERÒ”, VERONA-FIORENTINA 0-2

“IO CREDO, RISORGERÒ”, VERONA-FIORENTINA 0-2

Autogol di Marquez, rete di Kalinic. La Fiorentina passeggia su quel che resta del Verona

Piove, piove e piove ancora. Alla fine del match un diluvio saluta le squadre, assieme ai cori amichevoli tra tifosi gialloblù e quelli della Fiorentina, unica nota lieta di una partita sciagurata, l’ennesima. Il Verona decimato dagli infortuni non riesce a opporsi alla Viola, che vince 2 a 0 sul velluto grazie a un’autorete di Marquez (da condividere con un errore di Gollini) e un gol di Kalinic. Il Frosinone batte il Carpi che resta con i gialloblù a 5 punti, la salvezza è ad altrettante lunghezze sopra. L’Hellas non riesce ad uscire da una crisi che paralizza gambe e testa.

Mandorlini schiera un 4-5-1 con Gollini tra i pali. Non varia la difesa: Pisano, Marquez, Moras e Souprayen. Folto il centrocampo con Jankovic, Sala, Matuzalem, Greco e Ionita. In avanti Juanito Gomez.

Paulo Sousa risponde con Tatarusanu, la difesa a tre composta da Roncaglia, Rodriguez e Astori, Blaszczykowski, Borja Valero, Vecino, Pasqual in mezzo, Babacar e Rossi in supporto a Kalinic.

L’avvio è lento. Il terreno ha incassato pioggia fino a pochi istanti prima del fischio d’inizio. Si chiude subito l’Hellas, la Fiorentina cerca le misure, avanza facendo girar palla per sorprendere i gialloblù schiacciati col 6-3-1. Gomez si fa pescare in fuorigioco in due occasioni poco oltre le metà del campo. Giallo per Pisano che stende Kalinic al 16’. Non riesce a tenere il pallone l’Hellas, il possesso è viola. Il primo vero pericolo è al 23’ quando Gollini smanaccia un cross di Pasqual sui piedi di Kalinic che, defilato a sinistra, lo grazia calciando fuori. Ma la papera clamorosa arriva due minuti dopo: Marquez bisticcia con la palla e con un incerto Gollini su un traversone da sinistra ancora di Pasqual, la sfera scivola mestamente in gol. Prova a reagire il Verona, Roncaglia spazza. Semirovesciata di Jankovic al 36’: Tatarusanu in corner. Giallo per Mauzalem, il fallo è ai 23 metri, Vecino calcia sulla barriera al 40’. L’Hellas aggredisce nel finale di tempo e conquista due corner, la Fiorentina accusa il pressing, seppur scomposto, dei gialloblù sostenuti dal Bentegodi. Si va negli spogliatoi sullo 0-1, tra i fischi a Valeri.

Parte deciso il Verona nella ripresa. I viola controllano ma corrono meno. Sousa toglie Blaszczykowski per Bernardeschi al 7’. Ci prova l’Hellas, ma i limiti sono troppo evidenti, e la Fiorentina raddoppia al 14’. Se ne va Rossi a sinistra lanciato da Kalinic (Pisano dove sei?), il croato si vede restituita la palla tagliente e a un metro dalla porta mette dentro. “Non vi lasceremo mai soli” canta la curva, che si rende conto che se non li si sostiene questi ne pigliano altri due. Secondo cambio di Sousa al 15’: dentro Badelj per Rossi. La prima mossa di Mandorlini è Siligardi al posto di Ionita al 18’. Non si può gettare la spugna a mezzora dalla fine e il Verona ci prova. Un fischiatissimo Sala esce al 25’. Al suo posto Zaccagni alla seconda apparizione dopo Milano. Riprende a piovere di brutto. Gomez stende Rodriguez, giallo al 26’. C’è frustrazione perché, pur correndo, la superiorità del palleggio fiorentino spegne le iniziative quasi sul nascere, e in area si fatica ad arrivare. Zaccagni prende applausi, ci mette coraggio. Lui e Siligardi dall’inizio non avrebbero certo sfigurato, anzi. “Io credo, risorgerò”, è il momento del coro beffardo e ironico assieme. La pioggia aumenta, la Fiorentina fa torello. Che mestizia. Moras va sulla fascia, a mostrare un po’ di orgoglio, o quel che ne resta. Finisce 0-2, il Verona sprofonda: è uno dei peggiori momenti della sua storia in serie A. La curva resta a cantare coi viola. Poi chiude la serata con le squadre già negli spogliatoi: “Io credo, risorgerò”.

ANDREA SPIAZZI

Foto Getty Images per Gazzanet

 

VERONA-FIORENTINA 0-2 

Marcatori: 25′ pt Marquez (aut.), 13′ st Kalinic.

VERONA (4-3-3): Gollini; Pisano, Moras, Marquez, Souprayen; Ionita (dal 19′ st Siligardi), Matuzalem (dal 38′ st Checchin), Greco; Sala (dal 25′ st Zaccagni), Gomez, Jankovic. A disposizione: Rafael, Coppola, Gollini, Helander, Bianchetti, Speri, Riccardi, Badan, Winck, Guglielmelli. All.: Mandorlini.

FIORENTINA (3-4-1-2): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori (dal 35′ st Tomovic); Blaszczykowski (dal 7′ st Bernardeschi), Vecino, Borja Valero, Pasqual; Ilicic; Rossi (dal 15′ st Badelj), Kalinic. A disposizione: Lezzerini, Sepe, Rebicante, Fernandez, Suarez, Verdù, Babacar. All.: Sousa.

Arbitro: Valeri di Roma 2. Assistenti: Musolino e Schenone.

NOTE. Ammoniti: Pisano, Greco, Borja Valero, Matuzalem, Rossi, Gomez. Spettatori: 18.222 (paganti: 5.014; abbonati: 13.208).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy