L’AVVERSARIA, FOCUS SULLA FIORENTINA

L’AVVERSARIA, FOCUS SULLA FIORENTINA

I viola, secondi in classifica, mercoledì affronteranno l’Hellas al Bentegodi

Nonostante sia reduce da due sconfitte consecutive contro Napoli e Roma (entrambe per 2-1), la Fiorentina resta una delle sorprese di questo avvio di campionato. I viola si trovano attualmente al secondo posto della classifica a quota 18 punti, alla pari di Napoli, Inter e Lazio. Pur avendo perso tre gare nelle prime nove giornate (solo una in meno del Verona), la Fiorentina ha raccolto per il resto solo vittorie (sei, contro Milan, Genoa, Carpi, Bologna, Inter e Atalanta) e nessun pareggio. Paulo Sousa predilige il 3-4-2-1, anche se a volte può adottare anche il 4-3-3. Questa la rosa a disposizione dell’ex tecnico del Basilea (foto Getty Images per Gazzanet).

DIFESA. Nonostante l’arrivo di Sepe nel mercato estivo, è Tatarusanu il portiere titolare scelto dall’allenatore viola. Davanti a lui, nei tre di difesa, giocano solitamente Gonzalo Rodriguez al centro, con Astori a sinistra e uno tra Tomovic e Roncaglia (rientrato in estate dal prestito al Genoa) a destra.

CENTROCAMPO. Ancora in dubbio, contro il Verona, la presenza di Marcos Alonso sulla fascia sinistra, uno dei giocatori viola più in forma in questo inizio di stagione (molto pericoloso anche su punizione: già due le reti segnate finora). L’alternativa naturale è Pasqual, ma nell’ultima gara contro la Roma Sousa ha scelto di abbassare Federico Bernardeschi. A destra, invece, si giocano il posto “Kuba” Blaszczykowski, più offensivo, e il brasiliano Gilberto, più votato alla copertura. Tante le opzioni per quanto riguarda il centrocampo viola. Badelj – Vecino è la coppia utilizzata più spesso nelle ultime giornate, ma la Fiorentina può contare anche sulla qualità di Mati Fernandez e Borja Valero (che ultimamente viene però sfruttato qualche metro più avanti, alle spalle di Kalinic). Sta trovando poco spazio, invece, Mario Suarez, arrivato in estate dall’Atletico Madrid. Da vedere, comunque, se Sousa sceglierà di mischiare un po’ le carte contro i gialloblù, visto l’impegno infrasettimanale del Bentegodi.

ATTACCO. Kalinic è il terminale offensivo di riferimento dei viola: l’ex attaccante del Dnipro ha già messo a segno 5 reti fino a questo momento. L’alternativa è Babacar che, pur avendo giocato molto meno, ha già siglato comunque 3 gol. Due i giocatori che agiscono alle spalle della punta. I viola possono contare sul talento di gente come Bernardeschi, Ilicic, Giuseppe Rossi e Verdù, tenendo presente, come accennato prima, che anche Borja Valero nell’ultimo periodo è stato schierato in posizione più avanzata. Completa il reparto il giovane Ante Rebic.

L’ULTIMA VOLTA. Lo scorso anno, al Bentegodi, furono i viola a centrare il risultato pieno per 2-1. Di Gonzalo Rodriguez il vantaggio, prima del pari di Nico Lopez. Nella ripresa, tuttavia, fu una rete di Cuadrado a regalare i tre punti alla Fiorentina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy