L’avversario: come gioca lo Spezia di Marino

L’avversario: come gioca lo Spezia di Marino

Liguri in serie positiva da nove partite, non perdono da inizio dicembre

di Jacopo Michele Bellomi, @jjbellomi

Il Verona, reduce dal deludente pareggio interno con il Crotone, è atteso domenica sera sul campo dello Spezia.

La squadra del tecnico Marino non perde in campionato dai primi di dicembre, tanto che la serie di risultati positivi è arrivata a contare nove partite. I liguri, nel loro percorso, sono riusciti a pareggiare in casa con Palermo e Lecce, mentre in trasferta hanno fermato sul 4-4 il Brescia e hanno vinto l’ultima contro il Cittadella. Lo Spezia è motivato a continuare questa striscia di imbattibilità, anche perchè una vittoria contro i gialloblù permetterebbe di staccarli in classifica, lasciandoli a -4.

Pasquale Marino, con Capradossi infortunato e il capitano Terzi non al meglio, dovrà ricorrere alla coppia difesiva utilizzata l’ultima partita. Quindi spazio a Ligi, arrivato dal Carpi, e all’adattato Crivello (nel caso in cui Terzi non recuperasse), con a destra Vignali o De Col e a sinistra Augello che si sta dimostrando una spina nel fianco per più di una squadra. Centrocampo tipo con Mora, Ricci e Bartolomei (diffidato), mentre in attacco il bulgaro Galabinov sarà supportato dalla velocità e dalla tecnica di Bidaoui e del giovane Okereke, nel mirino dei migliori club di A.

Probabile formazione:

Spezia (4-3-3): Lamanna; De Col, Crivello, Ligi, Augello; Mora, Ricci, Bartolomei; Okereke, Galabinov, Bidaoui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy