LE PAGELLE, IONITA UN GIGANTE, TONI-PAZZO CHE COPPIA

LE PAGELLE, IONITA UN GIGANTE, TONI-PAZZO CHE COPPIA

Difesa solida, Marrone non sbaglia mai, Wszolek corre veloce

GOLLINI 6

Non corre e non si prende rischi. Spiazzato da Pellissier sul rigore, ma è solamente una parentesi in una partita senza pericoli reali.

 

PISANO 6,5

Sale e scende con la frequenza di un treno ad alta velocità. Attento in fase difensiva, non disdegna gli avanzamenti. Toglie metri sulla sua corsia al Chievo.

 

MORAS 6,5

Espulso con frettolosità da Guida, che gli fischia contro un rigore assai dubbio. Per il resto la sua è una gara di totale carisma, al comando di una difesa mai incerta.

 

HELANDER 6,5

Sintonia ormai rodata con Moras, spazza via ogni pallone velenoso che passi dalle sue parti. All’arrivo di Delneri era a zero, ora è un’altra storia.

 

FARES 6,5

Schierato da terzino sinistro, mostra passo e corsa. Timido in avvio, si toglie di dosso ogni titubanza e nel secondo tempo galoppa, fornendo a Pazzini l’assist per il bis dell’Hellas.

 

WSZOLEK 6,5

Se avesse anche dei piedi pregiati… Ci si ripete, sull’argomento, perché questo ragazzo polacco è un esempio per corsa e tenacia. E gli si perdona, allora, la poca grazia nel tocco.

 

MARRONE 6,5

Fa girare la squadra con la puntualità di un orologio di pregio. Mai un passo indietro, mai una palla sprecata. L’uomo giusto al posto giusto.

 

IONITA 8

Forza d’urto spaziale. Il gol che fa scorrere i titoli di coda sulla partita è una meraviglia per palati fini. In ascesa dirompente, sempre più cuore di questo Verona.

 

SILIGARDI 6

Svolge i compiti che gli sono assegnati con diligenza. E “imbuca” più di qualche pallone goloso.

 

PAZZINI 7

Ancora in gol (sono quattro nel ritorno), ancora spietato stoccatore, come già con l’Atalanta. Trasformato rispetto ai tempi oscuri di un girone d’andata pessimo per lui e per il Verona.

 

TONI 7

Tocca quota 50 gol con il Verona. Sempre decisivo, sempre un trascinatore. Non smette mai di segnare, è un magnete per la manovra dell’Hellas.

 

 

ALBERTAZZI 6

Prova ordinata, senza sbavature.

EMANUELSON 5,5

Spreca molto, non entra bene.

BIANCHETTI 6

Dà solidità nel finale.

 

DELNERI 8

Ha ribaltato il Verona, ha sbugiardato chi sosteneva che mai Toni e Pazzini avrebbero potuto giocare assieme, ha dato coraggio e identità alla squadra. Un artigiano del bel calcio che ha restituito all’Hellas la speranza.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy