Pagelle Verona, Lee scatta e va, Dawidowicz sbaglia

Pagelle Verona, Lee scatta e va, Dawidowicz sbaglia

Di Carmine fa centro. Marrone dà ordine in mezzo. Matos, rientro okay

di Matteo Fontana, @teofontana

SILVESTRI 6

Compie un ottimo intervento su Trajkovski, mentre sulla botta di testa di Rajkovic, favorita dalla dormita di Dawidowicz, non può nulla. Pasticcia con i piedi nel finale, non è impeccabile.

CRESCENZI 6

Resta bloccato in difesa, con il Verona che gioca in maniera sparagnina in avvio, quando la squadra sale si fa vedere in avanti. Viene anticipato a un passo dalla possibilità del raddoppio. Copre in fascia.

CARACCIOLO 6

Tiene la barra nei minuti iniziali, con il Palermo che ha il pallino della partita in mano. Poi controlla senza penare, ma dopo il pari anche lui va in apprensione.

DAWIDOWICZ 5

Buco secco nello stacco sulla rete di Rajkovic. Si perde il difensore del Palermo, che punisce l’Hellas con troppa facilità. Peccato, perché aveva ben interpretato il ruolo di centrale, che gli si attaglia molto di più di quello di mediano.

EMPEREUR 6

Ancora schierato da terzino sinistro, cosa già accaduta con la Cremonese, e per attitudine non gli si può chiedere di spingere. Mostra attenzione, Trajkovski non lo salta quasi mai.

GUSTAFSON 5,5

Titolare per la terza volta in campionato, è macchinoso, non cambia passo. La sua prova non convince appieno.

MARRONE 6

Infine collocato nel ruolo di interno di regia, quello che gli è sempre stato naturale, prima della “conversione” a difensore. Dà ordine alla manovra, senza mai strafare.

ZACCAGNI 6

Alcune sterzate che piacciono, sebbene con poca continuità. A centrocampo è il più brillante tra i gialloblù.

MATOS 6,5

Pregevolissimo assist per il gol di Di Carmine. La sua assenza si era fatta sentire, averlo ritrovato è un vantaggio significativo per il Verona.

DI CARMINE 6

Infila l’1-0 di giustezza, da attaccante cinico. Seconda marcatura con l’Hellas, terza se si considera la Coppa Italia. Non ha molte chance per pungere.

LEE 6,5

Tutto l’estro che esprime il Verona viene dai suoi piedi. Accelerazioni, dribbling, e pure quel pizzico di rabbia agonistica che un giocatore dell’Hellas dovrebbe sempre avere. Determinante nell’azione del gol gialloblù.

 

RAGUSA 5,5

Ingresso inefficace.

LARIBI ng

PAZZINI ng

 

GROSSO 6

Ricompone, perlomeno in parte, il cubo di Rubik di un assetto in cui gli uomini non parevano essere ai posti giusti. Veniva da settimane complicate, si prende un punto che ha il sapore di un brodino, ma che vale per rimettersi a ragionare. Le risposte che servono, però, sono tutte da scrivere.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy