Palermo, passaggio di società irregolare: rischio non iscrizione

Palermo, passaggio di società irregolare: rischio non iscrizione

La nuova proprietà non ha presentato la documentazione necessaria alla FIGC

di Redazione Hellas1903

Il Palermo potrebbe essere escluso dal calcio italiano professionistico. La notizia non è ufficiale, ma la squadra siciliana potrebbe non potersi iscrivere al prossimo campionato, salvo decisioni della FIGC in deroga alle chiare regole federali.

La causa sarebbe dovuta alla vendita della società da Maurizio Zamparini, ora agli arresti domiciliari, a un reticolo societario annidato tra Malta e altre piazze off shore.

Dopo il caso del Parma (ai tempi del presidente Manenti), la Federazioni ha imposto precise regole sui passaggi di proprietà. Chiunque acquisti una quota superiore al 10% di un club professionistico deve fornire documenti riguardo la propria onorabilità e la propria solidità finanziaria, questa non ancora presentata dalla nuova proprietà.

I nuovi proprietari della società avrebbero dovuto presentare tutta la documentazione richiesta entro il termine ultimo del 19 gennaio 2019, 30 giorni dall’acquisizione della partecipazione, ma questi non sembrano essere pervenuti al completo.

La mancanza, anche parziale, della documentazione richiesta dalla Lega, secondo il regolamento federale, non consente il riconoscimento, ai fini sportivi, del trasferimento delle quote e/o azioni all’Acquirente e determina l’impossibilità per la Società sportiva di associarsi alla Lega per la stagione sportiva immediatamente successiva all’Acquisizione.

Se così fosse, il Palermo sarebbe fuori dai giochi senza neanche concludere il campionato di Serie B in corso, non potendo iscriversi al prossimo campionato, che sia Serie A o Serie B. 

Fonte: Il Sole 24 Ore

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy