Rabbia Pazzini, un caso già chiuso

Rabbia Pazzini, un caso già chiuso

Il capitano si è sfogato a Perugia dopo la sostituzione, ma l’episodio si è risolto subito

Un caso già chiuso. O neppure aperto per davvero, in realtà.

Giampaolo Pazzini, dopo la sostituzione di ieri con il Perugia, è parso contrariato e ha poi scagliato una bottiglietta d’acqua verso la panchina.

Un attimo di tensione, nervosismo alimentato dall’adrenalina per la partita, dalla rabbia per l’occasione mancata alla fine del primo tempo sul risultato fermo sullo 0-0, dal desiderio di vincere e di portare il Verona più vicino alla promozione in A.

Subito dopo il suo gesto, il capitano ha dato il “cinque” a tutti. Negli spogliatoi era di buon umore. Soltanto un istante, soltanto una tempesta in un bicchier d’acqua.

Pazzini non sarà multato. Anche perché l’ipotesi di una sanzione del club a suo carico non è neppure stata presa in considerazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy