SETTI 2: “LA RETROCESSIONE SAREBBE IL BARATRO, MA NON ACCADRÀ”

SETTI 2: “LA RETROCESSIONE SAREBBE IL BARATRO, MA NON ACCADRÀ”

Il presidente: “Crediamo in Mandorlini”

Quanto vale il Verona? Noi possiamo fare affidamento sui diritti tv, fino allo scorso anno prendevamo 27 milioni. Senza quelli siamo morti, come tutte le altre squadre in Serie A escluse quattro cinque. Nelle logiche moderne la retrocessione è un baratro. Io sono d’accordo con Luca sul fatto che abbiamo le carte in regola per salvarci, poi se dovessimo andare in Serie B siamo qua e non ci tiriamo indietro. Questo è il quarto anno qui e tutti ci riconoscono di essere una società fatta bene, costruita bene. Quest’anno è il più bello dal punto di vista gestionale a 360 gradi. C’è stato il vero modo di lavorare come piace a me, di altissimo livello professionale. Abbiamo tutti giocatori di proprietà tranne uno, paghiamo gli stipendi mensilmente. Quello che conta sono i fatti, non capisco chi si preoccupa di sfaccettature che riguardano la società. Su questa città e su questi tifosi, che sono un valore aggiunto, stiamo facendo un percorso che stiamo mantenendo. Se qualcuno ha il coraggio di criticare la società per quello che abbiamo fatto in questi anni vuol dire che c’è qualcosa che non va. Poi se si discute sul fatto che abbiamo 6 punti in classifica quello mi sta bene. Ho speso dei soldi sul mercato per giocatori di prospettiva. Ci mancherebbe altro che io abbia tenuto Mandorlini per una scelta economica. E’ stato confermato esclusivamente perché ha dimostrato di avere in mano la squadra e crediamo che il lavoro possa pagare. Il rapporto col mister è cresciuto nel tempo, quando c’è un problema ci confrontiamo semrpre. Il primo a non essere contento della situazione è lui. Abbiamo deciso di andare avanti insieme”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy