Siligardi e Valoti Bum Bum! Il Verona batte il Trapani e silenzia le seconde

Siligardi e Valoti Bum Bum! Il Verona batte il Trapani e silenzia le seconde

Gara non facile per i gialloblù, che però vincono 2-0 con merito e tornano a più cinque sulle inseguitrici

Non c’erano le premesse per una gara semplice, e così è stato, nonostante fosse lo scontro fra testa e coda del campionato.

Il Verona batte 2-0 un Trapani combattivo grazie a due guizzi di Siligardi e Valoti, centra l’ottava vittoria in 12 gare e si riprende il più cinque sulle seconde in classifica, che ieri, Carpi a parte, hanno fatto festa. Il tasso tecnico superiore dei gialloblù è messo in discussione dalla grinta dei siciliani, che però lì si fermano. L’Hellas, pur non brillando, sa fare male. E sa vincere.

Torna Eros Pisano dopo un mese di stop a causa della tendinite. Al centro della difesa Bianchetti e Caracciolo, a sinistra Souprayen. Il regista è Fossati con ai fianchi Valoti e Bessa. In avanti Romulo e Siligardi sono le ali, in mezzo Giampaolo Pazzini.

Il Trapani si mette col 3-5-2: Guerrieri in porta, Casasola, Pagliarulo, Legittimo i centrali. In mezzo da destra Fazio, Nizzetto, Scozzarella, Ciaramitaro e Visconti, in avanti la coppia Pektovic-Citro.

VERONA DECISO, TRAPANI CORAGGIOSO

Il Verona parte deciso, un tiro di Valoti dalla distanza va alto al 7’, il Trapani risponde con aggressività e Visconti un minuto dopo calcia fuori (con deviazione) da posizione angolata. I siciliani vengono dalla prima vittoria ottenuta in campionato contro il Benevento, e si vede che hanno ritrovato fiducia. La tattica, peraltro, è quella attendista per poi  ripartire, come quella di quasi tutte le squadre ospiti quest’anno al Bentegodi. Bessa calcia forte ma centrale dal limite al 17’, al 19’ entra a sinistra ma troppo sul fondo non può centrare la porta coperta da Guerrieri. E’ sempre il brasiliano a innescare i pericoli. Al 22’ dalla trequarti Pisano crossa, Pazzini sale in cielo e la gira di testa: fuori di poco.  Stesso film un minuto dopo. Stavolta è Siligardi a pennellare da destra e Pagliarulo a salvare in corner. Nicolas, poi, para alla grande su Scozzarella al 24’, il Trapani sa essere pericoloso con le invenzioni di Citro a cercare l’assist per i compagni. Ma è un fuoco di paglia, l’Hellas continua a macinare chilometri palla al piede.

Bessa e Pazzini, al 28’ confezionano una palla invitante per Romulo,il cui tiro è però a lato. Il Pazzo scatta un minuto dopo ed è provvidenziale Guerrieri in angolo. Il Verona preme per passare, i siciliani fanno muro e non è semplice.

SILIGARDI LA SBLOCCA!

Minuto 35: con un sinistro velenoso dai 20 metri, accentrandosi dalla destra, Siligardi sblocca una partita complicata. Nell’occasione Guerrieri compie una papera lasciandosi ingannare dal vicino rimbalzo del pallone. Meritato il vantaggio, in puro stile Pecchia, il Verona non arretra, e continua a giocare per il gol. Nel finale di tempo gli avversari provano a uscire dal guscio spronati da un incontenibile Cosmi, ma i gialloblù controllano.

RIPRESA: FATICA HELLAS, RINGHIA IL TRAPANI

Cosmi cambia negli spogliatoi Pektovic con De Cenco. L’atteggiamento tattico non varia: Verona in avanti, Trapani a far muro cercando di mordere a centrocampo per sorprendere la difesa gialloblù. Romulo, alto a sinistra, non sembra in vena. Valoti pressa Guerrieri e quasi riesce a sorprenderlo con un pallonetto al 9’. L’Hellas ,però, fatica a impostare con velocità e soffre la pressione avversaria. Pazzini ha sempre due marpioni addosso. Esce anche Cipro nel Trapani, dentro Ferretti al 16’. Calcia altissimo Pisano al 18’, Pecchia si consulta con Corrent per il primo cambio. Valoti e Pisano si muovono a destra tenendo alta la squadra.

Il primo cambio di Pecchia arriva al 23’: è Luppi a sostituire uno stanco Siligardi e ad andare a sinistra con Romulo che torna nel lato a lui più consono. Terzo cambio di Cosmi, Machin per Ciaramitaro.

LUPPI SCUOTE LA GARA, VALOTI CHE GOL! 2-0 VERONA

E’ Mattia Valoti, in crescita nei secondi 45 minuti, a togliere le castagne dal fuoco in una gara che sembra complicarsi. Il 2-0 nasce da un’azione di Luppi, che a sinistra va e pennella di destro. Valoti in semi rovesciata volante col mancino trafigge Guerrieri, il Bentegodi esulta e capisce che è fatta.

Speravano, i siciliani, di rimetterla in piedi barricandosi e attendendo lo svarione del Verona. Ma nel calcio, per fortuna, più spesso vince chi gioca per vincere. Pecchia toglie Fossati al 31’, dentro Maresca. Nel frattempo Pisano si invola, fa trenta metri centralmente, e viene abbattuto da Visconti che prende il giallo. Stessa sorte per Valoti, che abbatte senza bisogno Scozzarella al 34’. Entra Troianiello per Valoti al 40’.

BIANCHETTI ESPULSO

Nel recupero Bianchetti, già ammonito, va barbinamente a prendersi il secondo giallo per evitare che De Cenco si involi verso la porta. Male che andasse sarebbe stato il 2-1 a fil di triplice fischio. Il difensore salterà lo Spezia.

Il Verona centra una vittoria fondamentale prima di una trasferta insidiosa come quella ligure di sabato prossimo. E si gode il primato, al netto di una gara non eccellente, ma con volontà e con merito portata a casa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy