Tricella: “Il Verona non si rassegni, anche se è dura non farlo”

Tricella: “Il Verona non si rassegni, anche se è dura non farlo”

Il capitano dello scudetto: “Nella squadra non c’è mai stata abbastanza qualità”

di Redazione Hellas1903

“Non è facile trovare un motivo per credere che il Verona possa salvarsi, l’Hellas nelle ultime giornate è crollato in un modo così fragoroso che non è chiaro come possa riprendersi”.

Così Roberto Tricella, oggi sulla Gazzetta dello Sport.

Prosegue il capitano dello scudetto: “Con il Benevento la prova è stata a dir poco sconcertante. Rimangono otto giornate e si comincia dal Cagliari, formazione che ha un attacco molto pericoloso. Più che normale che si sia a un crocevia per l’allenatore. Spero che Fabio Pecchia riesca a dare al Verona quella spinta che gli è mancata in tante occasioni in questo campionato.

L’obbiettivo è la salvezza e l’Hellas non ha mai avuto la necessaria continuità per conquistarla. Resta del tempo per svoltare, ma non molto. Se perdi come col Benevento significa che le speranze sono al lumicino. Per ravvivarle c’è bisogno di vincere tutti gli scontri diretti. Nella squadra del Verona non c’è mai stata abbastanza qualità, se dopo 30 partite hai portato a casa 22 punti vuol dire che hai delle lacune gravi, incolmabili.

Pecchia potrà anche essere cambiato ma non so quanto questa eventuale mossa, adesso, possa variare le sorti della stagione. Fusco? non interpreto le dimissioni come una fuga, se ne è andato via perchè ha ritenuto che fosse una scelta dovuta. Di sicuro ha fatto il massimo che poteva per l’Hellas. Non è bastato. Il Verona si aggrappi ai numeri che non lo condannano, non si rassegni. Anche se è dura non farlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy