Il Verona lotta, ma con l’Ascoli è solo 1-1

Il Verona lotta, ma con l’Ascoli è solo 1-1

A Rosseti risponde Pazzini. Secondo tempo sottotono dei gialloblù

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

Il Verona non va oltre il pari con l’Ascoli sprecando l’occasione per buttarsi in pieno nella zona promozione diretta. Finisce 1-1 al Bentegodi, dove la delusione è palpabile nonostante una gara vibrante. Pazzini pareggia il gol di Rosseti nel primo tempo, poi nella ripresa l’Hellas cambia volto tatticamente e fatica, nonostante il 4-2-4 finale a rendersi pericoloso. Lee, il migliore dei suoi finisce espulso a cinque minuti dalla fine, mentre deludono Laribi e Di Gaudio, che seppur non al meglio della condizione, non riesce a dare la svolta nel finale.

FORMAZIONI

Ancora indisponibili Kumbulla, Munari, Zacagni e Matos, squalificato Dawidowicz, nel Verona rientra Marrone, mentre Di Gaudio, non al meglio dopo la botta patita a Perugia, siede in panchina. I quattro in difesa sono Bianchetti, Marrone, Empereur e Balkovec. Centrocampo con Faraoni, Gustafson ed Henderson, in avanti Laribi, Pazzini e Lee.

Ascoli con Milinkovic-Savic in porta, davanti a lui Laverone, Brosco, Padella e D’Elia, a centrocampo Addae, Troiano e Frattesi con Ninkovic davanti alle punte Ciciretti e Rosseti.

L’arbitro è Luigi Pillitteri di Palermo, si gioca alle 18 in un clima primaverile. Presenti circa 300 tifosi dell’Ascoli. Sventolio di bandiere gialloblù in curva Sud all’entrata in campo dei giocatori.

PRIMO TEMPO, HELLAS SUBITO SOTTO

Il Verona è ben disposto in campo e tiene subito alte le linee. Al 5’ Laribi da punizione serve Pazzini che in girata manda alto. I gialloblù occupano la metà campo dell’Ascoli, che si chiude con attenzione.

ASCOLI IN VANTAGGIO, GOL DI ROSSETI

L’Ascoli passa in vantaggio a sorpresa all’11’. Parte un cross basso (punizione) dalla trequarti di destra di Ninkovic, Rosseti lascia sul posto Laribi e con un tocco preciso infila in diagonale l’angolo alla destra di Silverstri.

Il Verona è sorpreso e reagisce di impeto ma con palle lunghe, una discesa si Bianchetti crea finalmente superiorità ma sul cross c’è fallo in area di Pazzini. Gustafson viene ammonito per un colpo da tergo a centrocampo.  L’Ascoli si rifugia in corner al 20’ dopo un traversone di Balkovec.

Al 22’ Rosseti sfiora il palo con un colpo di testa da cross di D’Elia, poi in contropiede il Verona reclama un rigore per un presunto mani in area, nell’azione di rimessa  Addae impegna Silvestri in corner. Lee lotta e recupera palloni.

MARRONE ENTRATA KILLER

Marrone al 27’ entra duro su Rosseti e prende un giallo che poteva essere rosso. Vivarini protesta e viene espulso. L’attaccante dell’Ascoli si fa male ma rientra. Poi, un minuto dopo si accascia e deve uscire. Al suo posto entra Beretta al 31’.

L’Hellas va vicino al pareggio al 33’. Bianchetti sfonda in area, la palla arriva a Pazzini che solo davanti a Milinkovic gli spara incredibilmente addosso e poi commette fallo in attacco.

1-1,  PAZZINI!

Un  grande azione porta il Verona in gol al 37’. Lee approfitta di un errore di Frattesi ed entra in velocità da sinistra mettendo l’assist per Pazzini che calcia superando il portiere, la palla trova la deviazione di D’Elia e finisce in porta.

Sospinti dal pubblico i gialloblù premono per ribaltare il risultato. Addae stende Lee e viene ammonito al 39’. Da corner Marrone in girata sfiora il palo. Nel recupero Henderson servito da Lee rientra dal fondo e manda alto. Il Verona conclude il tempo in crescendo.

SECONDO TEMPO

Al quinto minuto Lee si apre un varco e da fuori calcia con palla deviata in corner da un difensore. Il Verona pressa alto, l’Ascoli difende il pareggio chiudendosi per ripartire. Henderson e Balkovec si cercano sulla sinistra tentando di superare la barriera avversaria. Al 18’ Beretta impegna Silvestri di testa, poi Lee segna ma è in fuorigioco.

Al 20’ Grosso sostituisce Balkovec con Di Gaudio. Faraoni va terzino destro, Empereur sinistro con Biachetti e Marrone centrali. Di gaudio sta alto nel tridente, Laribi fa la mezz’ala.

L’Ascoli guadagna campo e alza il baricentro, deciso a non farsi schiacciare. Marrone perde palla a centrocampo al 27’ e Beretta in contropiede calcia centralmente fallendo la rete del vantaggio

E’ il 29’ quando Grosso toglie Laribi e inserisce Di Carmine, mentre nell’Ascoli entra Cavion al posto di Troiano. L’Hellas passa a 4-2-4, deve vincere per la corsa ai primi due posti. La muraglia dell’Ascoli però è dura da abbattere. Lee si spolmona. Guadagna un corner al 39’, ma parte il contropiede dei bianconeri  disinnescato da Faraoni.

ESPULSO LEE

Il migliore del Verona, Lee, commette un’ingenuità al 41’ entrando duro su Ninkovic da dietro e venendo espulso. Applausi scroscianti all’uscita dal campo per il coreano, poi Grosso toglie Pazzini per Danzi.

Al 45’ Di gaudio si fa ammonire per simulazione sul limite dell’area piccola.

Nei cinque di recupero non accade nulla degno di nota. Il Verona si ferma sul più bello. La vittoria, che oggi sarebbe stata fondamentale, non arriva. Il Verona non è ancora all’altezza del club delle grandi della B

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy