Verona, nuovo passo indietro, a Bologna è sconfitta

Verona, nuovo passo indietro, a Bologna è sconfitta

2-0 per i rossoblù. Hellas poco incisivo e sprecone nella ripresa

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

Sconfitta pesante nel percorso di risalita del Verona a Bologna. I gialloblù perdono 2-0 e incassano un altro stop che complica la rincorsa salvezza. Perdono una gara ampiamente recuperabile, specie nella ripresa, dopo il gol su punizione di Verdi nel primo tempo. La pochezza offensiva e una determinazione mostrata, troppo timidamente, solo nella ripresa sono limiti invalidanti per poter anche solo pensare di far punti al Dall’Ara. Romulo si divora l’occasione giusta e gioca pure male. Nicolas salva dei gol ma sulla palla decisiva resta fermo. Ferrari non è il giocatore che era. Si salvano, a stento,  Fares e Caracciolo. E Lee che nel finale mette pepe e sfiora il gol.

L’Hellas è la squadra che faticherà più delle altre a restare in A, e non solo per la classifica deficitaria. Così è stato e così è. Non c’è scampo e non ci sono segnali decisi di cambiamenti di rotta.

FORMAZIONI

Torna tra gli undici Felicioli, che torna da terzino sinistro. Con lui, da destra, Ferrari, Caracciolo e Vukovic. Nella linea mediana ci sono Romulo, Fossati, Valoti e Aarons. In avanti Cerci e Fares.

Donadoni schiera il 4-3-1-2. Mirante tra i pali, difesa con Mbaye, De Maio, Helander e Masina, davanti a loro Poli, Pulgar e Dzemaili. In avanti Verdi trequartista che spazia e la coppia Destro-Palacio.

Il Verona gioca con i risultati acquisiti delle altre in lotta per la salvezza, Sassuolo a parte. Ha fallito il Crotone a Genova, il Chievo ha pareggiato col Torino, punto pesante della Spal a Firenze. A Bologna ci sono 580 tifosi gialloblù, l’arbitro è Abisso di Palermo. La Curva Bulgarelli è piena, per il resto il Dall’Ara presenta vuoti. Sono comunque 19.172 gli spettatori. I tifosi dell’Hellas si fanno sentire. Minuto di silenzio per Cesarino Cervellati, bandiera del Bologna.

PRIMO TEMPO, VERONA TIMIDO, SUPREMAZIA INIZIALE DEL BOLOGNA

Cerca di pressare subito, il Bologna. Il Verona si mostra compatto. Al 7’ Verdi mette in area un pallone, Nicolas è bravo in uscita. I rossoblù girano palla. L’Hellas va in difficoltà non riuscendo nell’anticipo pur su palloni non impossibili. Aarons è sempre un passo indietro al dovuto. Al 14’ si apre una voragine nella difesa gialloblù. Dzemaili viene servito in corsa, Nicolas salva con un miracolo. Dalle parti di Ferrari si entra come nel burro e si vacilla non poco. Caracciolo viene ammonito per un fallo su Destro al 17’.  Ferrari brucia un avversario sulla destra, si invola ma scivola e ne esce un cross sballato. Fares corre tanto, ma spesso a vuoto. Pulgar viene sanzionato al 20’ col giallo mettendo giù Aarons che scappa a sinistra. Cerci non riesce ad alzare il pallone sulla punizione. Ma il Verona, con queste due azioni, si fa finalmente vedere in avanti, e respira.

Romulo riparte ma si lancia la palla fuori. Il Verona, coi suoi limiti, combatte. Caracciolo salva una palla pericolosa per Destro di testa. Il Bologna perde il mordente iniziale e cerca le giocate dei singoli.

1-0 BOLOGNA, VERDI SU PUNIZIONE BATTE UN IMMOBILE NICOLAS

30’, i gialloblù sono scoperti su un contropiede degli avversari, Fares falcia Verdi ai 23 metri dalla porta. E’ la mattonella del fantasista. Che batte un immobile e colpevole Nicolas sul suo palo.

Cerci semina il panico a destra al 33’, va verso Mirante e calcia, la palla sbatte sull’esterno della rete. Poi i rossoblù si rimettono a macinare gioco, pur con poca precisione. Cerci e Romulo imbastiscono una buona azione al 40’. Il brasiliano crossa per Fares che, ostacolato sottoporta, non riesce a impattare. Ma è poco per arrivare al gol. Al 43’ Abisso ferma un’azione pericolosissima del Bologna per fuorigioco (lo è Destro che devia un tiro sul palo), dopo un buco di Vukovic che regala palla ai rossoblù su rinvio. Nicolas salva su un tiro di Pulgar da fuori diretto nel sette.

Finisce il primo tempo col Verona sotto nel risultato e nel gioco.

SECONDO TEMPO, ROMULO SPRECA, LEE E FARES VICINI AL GOL, MA NON ENTRA. NAGY CHIUDE I CONTI

L’Hellas parte meglio nella ripresa. Aarons sta più avanti, si passa al 4-3-3.

Al 7’ Romulo si divora l’1-1. Aarons lo mette davanti a Mirante, leggermente spostato a destra. Il tiro va desolantemente alto. L’Hellas conquista calci d’angolo, il Bologna non pare impenetrabile. Valoti non incide, Pecchia pensa a dei cambi. Aarons imbecca Cerci che incespica e spreca.

Crisetig sostituisce Pulgar al 13’, Pecchia manda in campo Petkovic per Cerci (che non ne ha più) al 15’.  Romulo passa un pallone agli avversari che vanno in area al 17’. Nicolas esce per tempo. Incredibile la leggerezza del brasiliano. E’, comunque, il miglior momento del Verona che riesce a conquistare qualche seconda palla in più, ma che ha sempre il limite (enorme) di avere le idee confuse in avanti, e di non riuscire ad entrare in area. Romulo esce, al 23’ entra Lee. Palacio devia di testa e sfiora la traversa al 24’. L’equilibrio è instabile. Può accadere di tutto. Valoti copre bene su un contropiede di Palacio. Lo spettacolo non è al Dall’Ara, ma all’Hellas basterebbe un golletto.

Nagy sostituisce Poli al 31’.  Al 32’ Fossati frana a terra e batte la spalla sinistra. Si perde tempo, poi in numero 8 rientra. Lee si invola a sinistra e mette l’assist per Fares che scivola nel momento buono. Sembra impossibile segnare. Petkovic non tocca palla, anzi se la porta sul fondo da solo. Sconsolante.

Il Bologna sfiora il 2-0 con un tiro di Destro al 36’. Nicolas in tuffo mette in corner. Fossati non sa se deve uscire, sembra rintronato. Poi esce al 38’. Entra Matos.  Di Francesco prende il posto di Palacio.

Lee va a un soffio dal gol al 43’. Da fuori spara un missile su cui Mirante si supera. Petkovic si mangia la palla buona, che va a Fares, da fuori il tiro a giro esce di nulla al primo dei quattro di recupero. Non entra, non c’è nulla da fare. Nicolas salva di piede all’ultimo istante, poi il Bologna la chiude, sulla respinta, con Nagy. Ed è un’altra sconfitta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy