gazzanet

Pagelle, in difesa c’è gente tosta. Caprari da record

Getty Images

Ceccherini, Gunter e Casale respingono la Fiorentina. Lasagna si prende il rigore ma manca il gol del sorpasso

Matteo Fontana

MONTIPÒ 6

 

Attento, non può fare niente sul numero di Piatek, poi governa l’area con accortezza. Respinge con qualche rischio una punizione di Callejon.

 

CECCHERINI 6,5

 

Difficile che lo superino. Quando succede è bravo a recuperare e a riprendere palla. Partita dell’ex, giocata con grinta e determinazione. E nel finale si esalta con alcune eccellenti chiusure.

 

GUNTER 6,5

 

Non si fa condizionare dall’ammonizione, che arriva presto, e registra la difesa giocando d’anticipo. La torre di controllo è sempre in funzione.

 

CASALE 6,5

 

Duella con Ikoné e ne riduce l’efficacia. Non va in difficoltà su Callejon. Ancora una volta garantisce granitica affidabilità per tutta la partita.

 

FARAONI 6

 

Spinge all’inizio, dopo si abbassa, poi rilancia. In apertura di secondo tempo ha una buona chance ma calcia sull’esterno della rete. Poi si mette dietro, a coprire sulla spinta della Fiorentina.

 

 

TAMEZE 6

 

Gara tosta in mezzo al campo, non ha occasioni per spingersi in avanti e tentare di colpire. Tanta sostanza al servizio della squadra, sempre e comunque.

 

ILIC 6

 

Nella fase della partita in cui il Verona si propone con frequenza è lui a dettare il gioco gialloblù. Poi, con l’Hellas che deve abbassarsi, si vede di meno.

LAZOVIC 6

 

Combina bene con Caprari sulla corsia di sinistra. Con il Verona che deve mettersi sulla difensiva pure per lui ci sono meno chance di farsi sentire in avanti.

 

LASAGNA 6

 

Si prende il netto intervento falloso di Milenkovic che dà al Verona il rigore del pari. In velocità scappa via ai difensori della Fiorentina. Non segna il gol del sorpasso, a tu per tu con Terracciano, ma il portiere della Fiorentina è bravo a chiudergli lo specchio. Nel secondo tempo non può più ripartire ed esce.

 

CAPRARI 6,5

 

Raggiunge la doppia cifra di reti con il penalty del pari, ed è record personale di marcature in Serie A. Sempre nel vivo dell’attacco, si allarga bene a sinistra.  Nella ripresa fatica, soprattutto in copertura su Torreira, ma resiste con il Verona.

 

SIMEONE 6

 

Non trova spazio, né riceve un numero sufficiente di palloni invitanti, ma gli manca un passo per segnare. Nella seconda parte della gara non incide, gli risulta difficile tenere alta la squadra. Aiuta molto in difesa.

 

 

DEPAOLI 6

 

Prende il posto di Lazovic e contribuisce a difendere il pari.

 

BESSA 6

 

Svolge compiti di ragioneria in mezzo: utile.

 

SUTALO ng

 

TUDOR 6,5

 

Partita di notevole maturità per il Verona, che va sotto e recupera subito. All’intervallo Italiano fa cambi mirati e che pesano, lui in panchina ha numeri accorciati. Tiene la rotta e l’Hellas regge bene, conquistando un pareggio meritato per temperamento e organizzazione di gioco.

 

tutte le notizie di