Assocalciatori, Calcagno: “No alle partite alle 16.30”

Il vicepresidente dell’AIC: “Ci sono dei rischi maggiori giocando ogni tre giorni”

di Redazione Hellas1903

“Giocare ogni 3 giorni sottoporrà i calciatori a rischi maggiori e l’orario delle 16:30 per le partite estive è sbagliato, siamo contrari. Sulla questione stipendi non è semplice trovare una soluzione condivisa. Rimandare le scadenze e fare le cause sugli stipendi di marzo e aprile non è la chiave giusta per noi”.

Queste le parole del vicepresidente dell’Assocalciatori, Umberto Calcagno, a TGcom.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy