Barak: “Qui sono felice. Ora sta a me dare il massimo per il Verona”

Il ceco si presenta: “L’Hellas è un grande gruppo, possiamo fare bene”

di Redazione Hellas1903

Antonìn Barák si presenta in conferenza stampa.

Queste le dichiarazioni del nuovo giocatore del Verona.

“Sono veramente contento di essere qui. Sono stato subito convinto che possiamo fare bene tutti assieme. L’Udinese è un capitolo chiuso, il mio rapporto là era buono con tifosi e compagni. La trattativa per venire a Verona è stata difficile, è durata un mese.

Juric mi ha spiegato le sue idee di gioco. Viene prima la squadra del singolo. Ho cercato di capire come giocare da trequartista, ma sono libero di muovermi a centrocampo. Il mister mi ha chiesto di fare gol. Falso 9? Non penso, magari solo in caso di emergenza.

Fisicamente sto benissimo, anche se tutti noi calciatori non siamo al cento per cento per via della preparazione. La forma migliore arriverà tra 2 o 3 settimane.

Ora sta a me inserirmi il più velocemente possibile.

L’infortunio mi ha portato via più tempo del previsto, di fatto ho perso una stagione, poi non mi sono trovato più bene con l’Udinese, ho capito che non avrei più giocato. A Lecce penso di aver fatto bene. Ora sono qua e penso solo a dare il massimo per il Verona.

I compagni hanno un grande carattere. Le due partite hanno dimostrato che dobbiamo migliorare ma che lo spirito è ottimo. Salcedo, Colley e i giovani mi hanno impressionato, possono migliorare molto.

Sono un giovane papà da un mese e mezzo. Ho una bellissima famiglia, mia moglie Nicole e mio figlio Antonin Junior, oltre al cane Bim.

Juric vuole grande intensità, chi non ce l’ha in allenamento non gioca.

Il mister vuole migliorare la qualità del gioco. Vuole che ognuno migliori.

Parma? Ho visto ieri la partita e l’ho vista in difficoltà, ma nel calcio si può migliorare anche in poco tempo.

Spero di tornare il prima possibile in nazionale, è un mio obbiettivo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy