gazzanet

Calcio-Covid, Setti: “Ci sono milioni in ballo, bisogna giocare”

VERONA, ITALY - APRIL 20:Maurizio Setti President of Hellas Verona  gestures during the Serie A match between Hellas Verona FC  and ACF Fiorentina at Stadio Marcantonio Bentegodi on April 20, 2021 in Verona, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il presidente del Verona: "Ci sono accordi importantissimi da rispettare, stilate nuove regole per far disputare tutte le gare o quasi"

Redazione Hellas1903

"Abbiamo dovuto fare un nuovo protocollo per evitare che si fermi il campionato. Sento tante persone che parlano del calcio, gente che è anche fuori da questo mondo e che non conosce tante cose. Stiamo parlando di milioni in ballo, bisogna avere delle regole per andare avanti. Ci sono accordi importantissimi da rispettare, quindi abbiamo stilato nuove regole che hanno la funzionalità di far disputare tutte le gare o quasi. Con queste nuove regole è quasi impossibile che una squadra non possa giocare". Così il presidente del Verona Maurizio Setti a Dazn in merito alle nuove norme decise dalla Lega Calcio di serie A. (fonte: tmw)

Si stabilisce che da subito i club con uno o più calciatori positivi devono comunque disputare la gara prevista in calendario nel caso abbiano a disposizione 13 giocatori (di cui almeno un portiere) nelle rose della prima squadra e della Primavera nati entro il 31 dicembre 2003 negativi ai test entro le 24 del giorno precedente. Qualora il club abbia questa situazione e non si presenti in campo varrà l'articolo 53 delle Noif. I quattro punti nel dettaglio:

Casi di positività:

1) Qualora uno o più giocatori della stessa squadra risultassero positivi al coronavirus, la gara sarà disputata secondo il calendario di ciascuna competizione, purché il club in questione abbia almeno 13 calciatori disponibili, di cui almeno un portiere, tra quelli iscritti nelle rose della Prima Squadra e della formazione Primavera nati entro il 31 dicembre 2003, risultati negativi ai test entro la mezzanotte del giorno precedente a quello della gara.

Numero minimo

2) Qualora il Club non disponga del numero minimo di calciatori di cui al punto 1), la Lega delibererà di conseguenza.

Sanzioni:

3) Qualora il club sia in grado di disporre del suddetto numero minimo di calciatori e comunque non presenti in campo la squadra, subirà le sanzioni previste dall'articolo 53 delle N.O.I.F.

Termine ultimo

4) Ciascun club, ai fini dell'applicazione delle norme di cui ai punti 1, 2, 3, dovrà comunicare alla Lega la documentazione comprovante le riscontrate positività entro la mezzanotte del giorno precedente il giorno di gara. (fonte: gazzetta.it)

tutte le notizie di