gazzanet

Ciao “Bisteccone”, sei stato un grande

Ciao “Bisteccone”, sei stato un grande

Il famoso giornalista romano si è spento all'età di 75 anni

Giuseppe Francesco D'Amato

Lutto nel mondo del giornalismo: nella mattinata di oggi si è spento Gianpiero Galeazzi, all'età di 75 anni.

Galeazzi, che era apparso in televisione per l'ultima volta due anni fa, soffriva di diabete e la notizia della sua scomparsa è stata resa nota da alcuni colleghi ed amici.

Bisteccone, soprannome attribuitogli per la sua mole, era l'icona del canottaggio. Prima praticato, negli anni Sessanta, e poi raccontato per la RAI. Celebre e indimenticabile la telecronaca dell'oro alle Olimpiadi di Seul da parte dei fratelli Carmine e Giuseppe Abbagnale. Un'impresa di per sè storica, resa memorabile anche grazie alla voce del giornalista romano.

Non solo canottaggio. Tanto tennis, poi il calcio, 90° Minuto, La Domenica Sportiva, persino la voce dell'antagonista di Space Jam, Mr. Swackhammer. Queste sono solo alcune delle più importanti apparizioni del giornalista romano. Dove il pubblico del piccolo schermo ha potuto apprezzare il suo stile e la sua competenza.

A Verona, poi, il nome di Galeazzi evoca dolci ricordi.

"Bagnoli, sei Campione d'Italia e non mi dire che non te lo meriti!".

Sta tutto qui. In queste parole strappate al leggendario Osvaldo dopo la conquista dello Scudetto. Un'intervista fugace, interrotta dai giocatori del Verona tricolore che presero Bagnoli e lo portarono in trionfo. E poi ripresa mentre Bagnoli, sempre ai microfoni dell'ormai compianto Galeazzi, ricordava la difficoltà della scalata che portò l'Hellas Verona sul trono d'Italia.

"Bagnoli, che sapore ha lo Scudetto?". Sono parole impresse nella memoria di ogni tifoso veronese. Da oggi, il ricordo non si fermerà al più importante traguardo della società gialloblù, ma anche a un monumento del giornalismo italiano.

tutte le notizie di