Fulmine di Lazovic, gran vittoria di un Verona di lottatori, 0-1 a Parma

Fulmine di Lazovic, gran vittoria di un Verona di lottatori, 0-1 a Parma

Splendido successo dei gialloblù al Tardini. Grinta e sofferenza, super Silvestri. Bravi tutti

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

Splendida vittoria di sofferenza e carattere del Verona a Parma. Un meraviglioso gol di Lazovic dopo dieci minuti di partita regala tre punti pesantissimi alla squadra di Juric che lotta fino al fischio finale, soffrendo e rischiando molto nella ripresa dopo un primo tempo nel quale ci sarebbe stato anche il raddoppio. L’Hellas espugna il Tardini in una serata nella quale spiccano le qualità difensive di Rrahmani e Kumbulla, la straordinaria vena di Silvestri, la classe di Veloso, la grinta di Amrabat e la corsa dell’uomo gol, Darko Lazovic.

FORMAZIONI

Ivan Juric modifica l’attacco. Torna Stepinski, e dietro a lui ci sono Verre e Salcedo. Davanti a Silvestri Rrahmani, Kumbulla e Gunter, a centrocampo Faraoni, Veloso, Amrabat e Laovic.
4-3-3 di D’Aversa: Sepe – Darmian, Jacoponi, Dermaku, Pezzella – Kucka, Brugman, Barillà – Karamoh, Kulusevski, Gervinho.
Presenti al Tardini 1.033 sostenitori del Verona. Arbitra Manganiello.

PRIMO TEMPO, PRONTI VIA, SUPER GOL DI LAZOVIC
Avvio equilibrato con il Verona che mette in campo grande personalità. La gran bellezza arriva al 10′ quando Lazovic raccoglie un pallone sulla sinistra, lo sposta a destra arrivando al limite dell’area e lasciando partire un bolide che si insacca sul primo palo, nel sette.
Il Parma accusa il colpo e stenta, ci prova al 20′ con un tiro da fuori senza pretese. L’Hellas gioca senza timori, e meglio dei padroni di casa, cercando di non commettere distrazioni dal centrocampo in giù, per questo accorciando le linee. Stepinski piglia qualche fallo a centrocampo. Gervinho, al 22′ riesce a incunearsi nella difesa gialloblù, il suo colpo di testa è molle e sul fondo, anche se di poco.
Amrabat raddoppia a centrocampo e fa da filtro davanti alla difesa, gli esterni si abbassano. Kumbulla viene ammonito al 26′ per un fallo su Barillà a centrocampo. Alla mezzora sale il ritmo del Parma, con l’Hellas che si abbassa. Karamoh spara alto dal limite. Poco dopo Gervinho entra a sinistra e calcia con potenza, Silvestri respinge. Il Verona soffre e si rifugia in corner al 32′ con Karamoh murato. L’Hellas torna in avanti, Salcedo manda altissimo dalla distanza, poi Verre piglia un giallo sciocco sforbiciando sulle gambe di un avversario nettamente in ritardo. La veemenza del forcing parmense non produce pericoli, i ragazzi di Juric si ricompattano. Verre spreca un’occasione al 42′, andando sul fondo e calciando alle stelle mentre Salcedo si inserisce al centro. Ma il Verona ce ne dà. Corner guadagnato al 44′. Il piede di Veloso c’è, è tagliato il suo sinistro. Sul primo palo arriva Kumbulla che incorna, Sepe salva tutto in tutto tuffo. Un contropiede di Gervinho è disturbato da Stepinski, poi finisce il primo tempo.

SECONDO TEMPO, PARMA ALL’ATTACCO, TRAVERSA DI GERVINHO, SILVESTRI SUPER

C’è subito un cambio tecnico, Salcedo lascia il posto a Zaccagni. Amrabat salva in scivolata su Barillà, il Parma parte forte. Gervinho si mangia il gol al 50′. Dopo un dribbling a Rrahamni scambia con Barillà e davanti a Silvestri calcia di potenza con la palla che si stampa sulla traversa. Manganiello ammonisca Amrabat per la foga con cui va su Pezzella, ma il marocchino, gigante in mezzo al campo, prende la palla. Senza Salcedo manca l’arma della velocità in contropiede, e il Parma attacca a testa bassa. Faraoni salva la difesa anticipando Gervinho su un contropiede dei padroni di casa.
Barrillà esce al 60′ e fa posto a Hernani. Al 62′ Pessina prende il posto di Verre. Rrahmani è straordinario anche nel proporsi in avanti. E’ il 66′ quando Faraoni mette un gran cross dalla destra, arriva Lazovic a sinistra che al volo, in diagonale, sfiora il palo.
Rischio al 68′ per l’Hellas con un flipper in area e tiro di Darmian respinto daslla difesa. Lazovic va in contropiede, grande fuga del”88 sulla sinistra sul fondo, ma è chiuso il suo cross in mezzo al 70′. Il palleggio al limite dell’area da parte del Parma manda in sofferenza i gialloblù. Dermaku da angolo incorna: Silvestri al 72′ para in due tempi. Giallo per fallo tecnico a Veloso al 73′, la gara non ha pause, l’intensità è altissima.
D’Aversa mette in campo anche Sprocati, esce Pezzella al 76′. Gervinho è una mina vagante, il pericolo è sempre in agguato. Silvestri blocca un sinistro da fuori di Sprocati. L’attaccante è pericolosissimo, libera Karamoh all’82’ e Silvestri fa una super parata. poi prende un fallo al limite dell’area. Batte Hernani, calciando forte. Interviene Veloso che con il piede destro devia in corner. Il Verona soffre e sta compatto in area. Un ginocchio di Karamoh sul gluteo di Veloso manda ko il portoghese, al 90′ esce ed entra Danzi. Claomoroso poi Karamoh che non restituisce palla e si prende il corner, scatenando una mezza rissa.
Nel recupero Darmian viene rimpallato in angolo. Non accade nulla, il Verona esce vincitore!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy