Gustafson: “È un onore essere al Verona, orgoglioso di Grosso”

Gustafson: “È un onore essere al Verona, orgoglioso di Grosso”

Lo svedese: “Il nostro tecnico è stato un grande giocatore. Conosco la B, voglio fare subito bene”

di Redazione Hellas1903

Samuel Gustafson, centrocampista svedese arrivato in prestito dal Torino, ha parlato dal ritiro di Primiero durante la conferenza di presentazione. Queste le sue parole, raccolte da hellasverona.it.

«È un onore per me giocare in questo Club, con una piazza così importante. Mi sto trovando molto bene con la squadra, stiamo formando un bel gruppo. Sono in Italia da due anni e ho imparato un po’ la lingua, quindi ora per me è più facile interagire con i miei compagni».

Sul ritiro e su Grosso: «Stiamo lavorando tanto in questi giorni, il mister si concentra molto di più sui principi di gioco che sul modulo, mi piace come ci stiamo preparando per la nuova stagione. Essere allenato da Fabio Grosso è un orgoglio, lui è stato un grande giocatore e sta dimostrando di essere un bravo allenatore”.

Il ruolo? «Gioco come interno destro di centrocampo, ma il ruolo è relativo, dipende anche dalla situazione. Mi piace giocare la palla e lavorare insieme ai miei compagni per trovare soluzioni con loro».

Sulla Serie B: «L’anno scorso ho giocato la seconda parte di stagione in Serie B (al Perugia, ndr), è un campionato duro, molto lungo e con tante partite difficili, ma è anche molto bello da giocare. Voglio fare bene dall’inizio e continuare per tutta la stagione».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy