Hellas, a Torino è 1-1. Zaza risponde a Borini

Ottima partita del Verona che fa la gara ma fatica in zona-gol

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

Il Verona festeggia la giornata che ha sancito il sì di Juric all’Hellas fino al 2023 con un’altra grande prestazione a Torino. L’Hellas fa la partita ma punge poco sotto-porta e non riesce a concretizzare la superiorità mostrata lungo gran parte della gara.

Un primo tempo eccellente, quello dei gialloblù, che trovano il gol ad inizio ripresa con un rigore conquistato e trasformato da Borini. Il Torino risponde con un’inzuccata vincente di Zaza al 67′. Il finale è concitato con pericoli da ambo le parti (traversa di Belotti) e alla fine l’1 a 1 ci sta.

FORMAZIONI

C’è Eddie Salcedo al centro dell’attacco nel Verona, aiutato da Verre e Borini. Davanti a Silvestri Rrahmani, Gunter ed Empereur, in mezzo Faraoni, Pessina, Veloso e Lazovic. Squalificato Amrabat, infortunato Kumbulla (stagione finita per lui).

Questo il 4-4-2 disegnato da Longo: Sirigu – De Silvestri, Lyanco, Nkoulou, Bremer – Verdi, Meite, Rincon, Ansaldi – Zaza e Belotti.

Arbitra Valeri, fischio di inizio alle 21.45.

PRIMO TEMPO, VERONA IN CATTEDRA

Hellas impavido, subito in avanti i gialloblù a conquistare un corner. Baricentro alto, il possesso palla è del Verona, col Torino pronto al contropiede. Lyanco ammacca Borini, Valeri lo grazia.

Splendido al 12′ un lancio di Faraoni in verticale per Borini che scatta ma per un soffio non arriva sul pallone davanti a Sirigu.

De Silvestri, cadendo male, è troppo sofferente alla spalla e deve uscire. Aina lo sostituisce al 14′. Pessina, che sostituisce Amrabat, spazia ovunque tra centrocampo e trequarti.

OCCASIONE PER VERRE!

Al 18′ Gunter chiude bene su Zaza, poi parte Lazovic che scherza Aina e rientra dal fondo, vede Verre in arrivo, il gialloblù calcia debolmente e Bremer intercetta la conclusione, poi la palla giunge lenta tra le braccia di Sirigu.

Borini schizza a sinistra, altro angolo. Il Verona domina, il Torino ci capisce poco.

La catena di sinistra è ancora una volta la più sfruttata con scambi continui tra Borini e Lazovic. La supremazia del Verona fatica a concretizzarsi per la difficoltà nel trovare la giocata negli ultimi venti metri e qualche imprecisione negli scambi. L’Hellas continua ad aggredire l’avversario, Borini e Lazovic trovano due palle leggermente lunghe in corsa.

Salcedo sta defilato, un cross dal fondo di Lazovic non trova la prima punta al 39′.

Giallo al 40′ per Empereur che travolge Verdi.

Lazovic recupera palla su Nkoulu e calcia con palla a lato di poco al 43′, è un’altra ottima occasione per passare. Il Toro prova a farsi vedere con Meite nel finale, ma il primo tempo si chiude sullo 0-0 con un Verona nettamente superiore a cui è mancato solo il gol.

SECONDO TEMPO, ZAZA RISPONDE A BORINI

Verre, dopo due minuti, è impreciso in un lancio che poteva mandare in porta Borini. Il Verona parte forte anche nella ripresa. Al 51′ primo cambio di Juric: entra Eysseric al posto di Verre.

Il Torino guadagna metri di campo e prova a imporsi. Regge la difesa, alta, del Verona.

RIGORE PER IL VERONA, BORINI NON SBAGLIA! 0-1

Al 54′ Borini si invola in area tra Lyanko e Nkoulu che gli rifila una gomitata. Valeri, richiamato dal Var, va allo schermo, assegna il rigore e ammonisce Nkoulu.

E’ lo stesso Borini che va sul dischetto, ferma la corsa e spiazza Sirigu. L’Hellas passa meritatamente in vantaggio.

Il Torino è Nervoso, Zaza viene ammonito per fallo su e Verdi per proteste. Il Verona regge la breve reazione e riparte col suo gioco. Entra Zaccagni per Salcedo al 64′. Continua a giocare senza centravanti di ruolo Juric, per mettere confusione nella difesa granata.

ZAZA A SEGNO, 1-1

Al Torino basta una fiammata per trovare il pareggio. Al 67′ Ansaldi crossa da sinistra, Gunter si fa anticipare da Zaza che insacca di testa.

Prendono coraggio i granata che alzano il baricentro, ma il Verona non si tira indietro. Borini è murato in area dopo una bella azione corale dei gialloblù. Al 78′ Sirigu blocca

Stepinki e Dimarco sostituiscono Borini e Lazovic al 79′.

Berenguer mette paura andando sul fondo all’80’ poi la palla si impenna e Silvestri rimedia in corner. Belotti sfiora il 2-1 poco dopo mandando alto di testa su cross di Verdi.

Dimarco ci prova con l’esterno sinistro, la palla sibila vicino al palo all’84’.

Nel finale il Verona spinge ancora ma il Toro sfiora il vantaggio

TRAVERSA DI BELOTTI!

Brivido per l’Hellas nel primo dei quattro minuti di recupero quando sugli sviluppi di un corner Belotti è solo e di testa centra una clamorosa traversa.

Altro punto esterno per l’Hellas, che non perde la sua identità di gioco e di carattere, nel segno di Ivan Juric.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy