gazzanet

Il Verona terrorizza il Milan, poi fa harakiri. A San Siro è 3-2 per i rossoneri

Getty Images

Straordinario primo tempo dei gialloblù in gol con Caprari e Barak, poi il crollo e l'autogol di Gunter

Andrea Spiazzi

Un grandissimo Verona annichilisce il Milan 0-2 nel primo tempo. Un parente lontano e sbiadito si fa travolgere dai rossoneri nella ripresa, e perde. Frutto di una tenuta atletica che non c'è, di un po' di sfortuna (clamoroso autogol di Gunter del 3-2) e di una conduzione di gara che, visti i precedenti con Salernitana e Genoa, forse andava bilanciata meglio nelle energie. A tutta per 45 minuti e senza fiato nella ripresa, contro i rossoneri, seppur coi migliori fuori, non funziona. Perchè quelli ti puniscono, se poi la ciliegina gliela metti tu facendoti gol da solo, buonanotte.

FORMAZIONI - Presenti circa 2000 tifosi del Verona, 40 mila gli spettatori.

PRIMO TEMPO, VERONA SPETTACOLO

Parte alto, al solito il Verona, con coraggio e sfiora il gol con Ilic che impegna Tatarusanu al 3' con un tiro angolato, dopo che il Milan si era fermato chiedendo un mani di Barak che l'arbitro non ha ritenuto falloso.

Ceccherini commette una schiocchezza al 5' strattonando Rebic a centrocampo e venendo inevitabilmente ammonito. Il Milan cerca di importsi con Rebic, ma è il Verona a colpire.

CAPRARI! 0-1

Splendido, il Verona, che attacca gli spazi. Veloso al minuto otto di testa imbecca Caprari che si invola e davanti a Tatarusanu lo trafigge con un destro al volo angolato.

Furioso, risponde il Milan che con Maldini si avvicina al pareggio ma il tiro al volo va alto. La reazione rossonera sembra attenuarsi subito. Barak porta in avanti palloni, Veloso si fa sentire, l'Hellas manovra a meraviglia con duelli a tutto campo e il Milan è in difficoltà. Il Meazza è ammutolito. Montipò esce sicuro anticipando Maldini.

BARAK!! 0 A 2!

E' il 19' quando Casale parte palla al piede, la palla arriva a Lazovic che da l fondo a sinistra serve Kalinic. Sull'attaccante arriva Romagnoli che lo aggancia, è rigore, che il Var conferma. Sul dischetto va Barak che mette una palla angolatissima alla sinistra di Tatarusanu. Barak poi festeggia con le punte delle dita che sbattono sul palo. E' un "ciao ciao" ai molestatori che gli hanno puntato la luce laser in faccia prima del calcio dal dischetto.

Il Milan prova a reagire, Calabria spara alto, Montipò blocca un tiro sempre da fuori di Saelemaekers. Faraoni lotta con Ballo-Touré. Barak troneggia a centrocampo.

Il Milan, al 36', deve fare a meno di Rebic, che accusa un problema al tallone. Entra Leao. Al 38' Casale stende Leao e viene ammonito.

LUCI LASER ANCHE CONTRO MONTIPO'

La vergogna dei laser puntati sugli occhi dei calciatori continua. Protagonista sempre il pubblico milanista che sugli attacchi dei rossoneri cerca di accecare Montipò.

Nel frattempo il Verona non alza il ritmo, il Milan sbaglia le giocate. I gialloblù ringhiano addosso agli avversari appena entrano in possesso palla. L'Hellas si porta negli spogliatoi il doppio, meritato, vantaggio.

SECONDO TEMPO, IL VERONA CROLLA, POI L'AUTOGOL

Tudor toglie l'ammonito Ceccherini per Sutalo. Pioli inserisce Krunic e Castillejo togliendo Saelemaekers e Maldini. L'Hellas ci prova subito, Faraoni calcia alto.

Il Verona rischia un rigore contro al 48' con Casale che tocca col braccio un pallone in area. Kessie butta fuori la palla perchè il Var possa intervenire, Prontera, perentorio, indica rimessa per il Verona. Non c'è intervento Var.

Il Milan aggredisce, Sutalo al 51' anticipa di un soffio Castillejo pronto a mettere dentro di testa. Veloso viene ammonito per un intervento su Bennacer. Ilic è straordinario a rimpallare un tiro di Calabria in area al 55'. I rossoneri prendono campo, l'Hellas inizia a soffrire e a perdere freschezza, la difesa spazza.

1-2 DI GIROUD

Rafa Leao, al 59', dopo una giocata a sinistra mette un cross sontuoso sul quale buca Gunter. Giroud, fino a quel momento un fantasma, incorna alla sua maniera e segna.

Tudor toglie Caprari e Veloso, dentro Simeone e Tameze. Poi, al 64' esce kalinic ed entra Lasagna. Il Verona non riesce a ripartire ma ora ha due contropiedisti.

San Siro spinge i rossoneri, è il momento più difficile per l'Hellas, che prova ad alzarsi di qualche metro. I gialloblù vanno in avanti, ma sprecano al 69', il Milan parte in contropiede e Leao sfiora la traversa dal limite. Un piede di Gunter sfiora la testa di Giroud.

Lazovic scappa a sinistra ed è fermato sul fondo, Kessie cerca un tiro debole.

RIGORE MILAN E 2-2

Al 73' il Milan colpisce in verticale, Castillejo si infila in area, Faraoni lo tocca. Rigore che Prontera assegna, il Var conferma e Kessie trasforma spiazzando Montipò.

Entra Ibrahimovic per Bennacer.

CLAMOROSO AUTOGOL DI GUNTER, 3-2 MILAN

Il Milan va in vantaggio al 78' quando su cross innocuo di Castillejo Koray Gunter, al 78', butta la palla nella sua porta tentando di liberare l'area. Un autogol tra i più brutti mai visti. I compagni lo incoraggiano, la topica è drammatica.

Entra, finalmente, Cancellieri al 79'. esce Lazovic. Barak ha una grande occasione per pareggiare sugli sviluppi di un corner conquistato proprio da Cancellieri.

L'Hellas sembra non farcela più, ma ci prova nel finale. Simeone nel recupero di testa è fermato da Tatarusanu. Niente da fare. San Siro è maledetto.

tutte le notizie di