Ilic e Amione, le nuove (verdi) scommesse di D’Amico

Ilic e Amione, le nuove (verdi) scommesse di D’Amico

Visti e piaciuti al ds del Verona, i due giovani ora vogliono stupire Juric

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

Le due nuove scommesse di Tony D’Amico. Ivan Ilic e Bruno Amione sono due prospetti molto interessanti del calcio internazionale, cercati, in tal senso, da vari club europei. Seppur molto giovani hanno già esperienza in prima squadra.

Tutti e due sono stati proposti a D’Amico lo scorso marzo. Il diesse gialloblù li ha osservati e ha deciso di prenderli. Visti e piaciuti, insomma. Ora toccherà a loro mostrare di poter essere all’altezza e di sapersi calare nel calcio italiano e in quello di Ivan Juric. Certo a entrambi il carattere non manca. Mediano/trequartista col vizio del gol il serbo Ilic, dotato di ottima tecnica e velocità. Già si è mosso da comandante della difesa in Argentina, Amione, che, pure, non disdegna l’affondo in avanti.

Ilic (marzo 2001) e Amione (gennaio 2002, in arrivo una volta espletate le pratiche della burocrazia), sono due investimenti nei quali D’Amico crede molto. L’augurio, per il Verona, è quello, ancora una volta, di averci azzeccato.

Bruno Amione nel Belgrano
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy